Sindrome del Tunnel Carpale: Cos’è, Cause, Sintomi, Cura e Prevenzione

Tunnel Carpale

Formicolio, dolore e gonfiore delle dita e delle mani sono alcuni sintomi della sindrome del tunnel carpale, che colpisce le persone che svolgono lavori ripetitivi con il polso piegato o utilizzando strumenti vibranti.

Cos’è la sindrome del tunnel carpale?

Il tunnel carpale è un canale stretto alla base della mano, situato tra le ossa del polso e il legamento anulare del carpo, che contiene i tendini flessori delle dita e il nervo mediano (uno dei nervi della mano).

Pertanto, sindrome del tunnel carpale (CTS) è una neuropatia (che influenza il nervo periferico) causata dalla compressione del nervo mediano che passa attraverso il tunnel carpale, a causa di infiammazione dei tendini, fluido, ecc, che hanno come conseguenza la diminuzione dello spazio e l’intrappolamento del nervo.

Può essere differenziato in acuto e cronico.

  • La forma acuta: è rara ed è dovuta ad un improvviso e prolungato aumento della pressione nel tunnel carpale (di solito associato a una frattura radio).
  • La forma cronica è la più comune ei sintomi possono persistere per mesi o anni. Di solito sono vittime di occupazioni come cassieri, imballatori, macellai, addetti alla cucitura …

Questo quadro è molto più frequente nelle donne di età compresa tra 40 e 60 anni e di solito è bilaterale in più del 50% dei casi.

Ci sono così tanti tendini che attraversano il tunnel carpale, che il nervo mediano ha uno spazio molto giusto nella sua area centrale. Se per qualsiasi motivo questo spazio diminuisce ulteriormente, aumenta la pressione interna, con conseguente compressione del nervo mediano.

Cause del Tunnel Carpale

Cause multiple causano questa compressione del nervo, sebbene in molti casi non venga identificata alcuna malattia associata.

Alcune delle cause della sindrome del tunnel carpale sono:

  • Causa idiopatica (sconosciuta) fino al 50% dei casi.
  • Traumi e microtraumi. È abbastanza comune essere associati a occupazioni o attività che comportano manovre manuali ripetitive. Esempi come fratture malamente guarite, calli, macchinisti pneumatici, ecc.
  • Artrite infiammatoria
  • Endocrinopatie: diabete mellito , ipotiroidismo , eccetera.
  • Tenosinovite dei flessori.
  • Gravidanza.
  • Contraccettivi.
  • Tumori.
  • Infezioni, obesità …

 

Sintomi del Tunnel Carpale

L’insorgenza dei sintomi della sindrome del tunnel carpale è solitamente notturna. Il paziente descrive i disagi come formicolio e intorpidimento della mano, dolori e crampi. L’affetto principale si verifica nel pollice, nell’indice e nel medio o nel cuore della mano interessata. Sono il risultato di una maggiore pressione in un canale anatomico attraverso il quale un buon numero di strutture nervose e altri tendini concorrono.

Potrebbe interessarti:  Cellulite: cause e rimedi naturali

Molto spesso predomina il dolore e parestesie (sensazione anomala dei sensi, in questo caso sentire qualcosa come un formicolio) nel innervano il territorio del nervo mediano, irradia l’ avambraccio e gomito. Finisce per influenzare il sonno e il paziente ha bisogno di stringere la mano per diminuire quella sensazione.

Successivamente, se non trattata, appariranno debolezza e atrofia di alcuni muscoli della mano, oltre che imbarazzo nel manipolare oggetti. Questi disagi possono anche causare rigidità delle dita con il conseguente disturbo per la funzionalità della mano.

Tutti questi sintomi del tunnel carpale sono aggravati da certe posture o attività lavorative. I più frequentemente associati sono quelli con piccoli traumatismi in quella zona del polso, come quelli lavorati con martelli pneumatici o alcuni lavori di falegnameria, o attività con estensioni forzate del polso come nel caso delle tastiere di computer con cattive posizioni. Questi sintomi saranno tanto più persistenti e accentuati quanto più il processo evolverà.

Diagnosi del Tunnel Carpale

Dopo un sospetto clinico sul tunnel carpale, lo specialista eseguirà un’esplorazione della sensibilità e della forza della mano e delle dita, nonché delle manovre che attivano la sintomatologia. Queste manovre sono:

  • Test di Tinel: consiste nel picchiettare delicatamente l’area del tendine palmare con le dita, provocando formicolio.
  • Test di Phalen: consiste in una flessione forzata dei due palmi che formano un angolo di 90 ° con l’avambraccio, mantenuto per 1 minuto, causando l’apparizione dei sintomi.
  • Segno di Durkan: premendo sull’area del tendine palmare mostrerà i sintomi caratteristici.

Con questi sintomi e queste manovre la diagnosi della sindrome del tunnel carpale  è praticamente accurata.

Anche così, per confermare la diagnosi del tunnel carpale e valutare il grado di coinvolgimento del nervo, è normale richiedere uno studio neurofisiologico costituito da un elettromiogramma (EMG) e uno studio di conduzione nervosa. Un elettromiogramma (EMG) rileva la diminuzione della velocità della conduzione sensoriale e motoria, qualcosa di molto utile per confermare la diagnosi. Questi risultati indicano anche una prognosi peggiore.

Nei casi di sospetto di alcune possibili malattie (ipotiroidismo, amiloidosi, fratture o cisti), verranno eseguiti anche test analitici o di imaging (radiografie, ultrasuoni).

Potrebbe interessarti:  Cancro del Colon: Cause, Sintomi, Prevenzione e Cura

Trattamento del Tunnel Carpale

Esistono diversi tipi di trattamento della sindrome del tunnel carpale in base a ciascun sintomo e al grado di coinvolgimento o origine. A seconda di ciò, può essere trattato in modo conservativo o deve passare attraverso una sala operatoria:

Trattamento eziologico

È in quei casi che viene identificata una malattia associata. Ad esempio, trattare con un trattamento specifico in caso di diabete , ipotiroidismo , gotta , artrite e così via.

Trattamento conservativo

Indicato nei casi lievi, con la mancanza di atrofia dell’eminenza (muscolare della mano umana, con una goccia d’acqua, che costituisce la base del pollice) o la gravidanza. Questi pazienti possono rispondere alle antinfiammatori (steroidi o non steroidei), resto della mano o dorsale che coprono notte stecca mano e dell’avambraccio.

Trattamento chirurgico

Il rilascio chirurgico del nervo sarebbe indicato nei seguenti casi:

  • Persistenza dei sintomi nonostante il trattamento medico.
  • Deficit sensibile o motore stabilito.
  • Lesioni che occupano spazio che richiedono la rimozione.
  • Esistenza di sintomi gravi o progressivi di oltre 12 mesi di evoluzione.

Dopo l’intervento chirurgico, una benda viene posizionata sul polso e nella mano tenuta in alto con una fionda, per prevenire il sangue e il gonfiore. È importante muovere le dita molto e non flettere il polso.

I risultati sono soddisfacenti, il dolore scompare in pochi giorni e il resto dei sintomi scompare nel breve periodo, sempre in base alla gravità della lesione, in modo che praticamente tutti i pazienti abbiano un miglioramento soddisfacente.

Prevenzione del Tunnel Carpale

Le raccomandazioni per controllare e prevenire la sindrome del tunnel carpale , quando originano in occupazioni o attività che comportano manovre manuali ripetitive (lavoratori, imballatori, manipolatori di cibo, addetti alle pulizie, tecnici informatici, cassieri …), si concentrano su:

  • Modi per ridurre le posizioni scomode dei polsi e i movimenti manuali ripetitivi.
  • Ridurre la vibrazione degli strumenti manuali.
  • Si consiglia di ridisegnare gli strumenti o le maniglie degli strumenti in modo che i polsi dell’utente possano mantenere una posizione più naturale durante il lavoro.
  • Avere più pause e ruotare i lavoratori tra i lavori, in un lavoro continuo. Se si tratta di lavori in cui la stessa posizione viene mantenuta per un lungo periodo, cerca di alzarti e riposare ogni non troppo tempo per cambiare posizione.
  • Controllo sovrappeso
  • Se il problema è dovuto all’uso improprio del mouse del computer, provare a posizionare la poltrona da lavoro in modo tale che gli avambracci siano posizionati a livello della tastiera, in modo da non dover forzare i polsi.
  • Se lavori con le mani poggiate su superfici dure per periodi di tempo prolungati, cerca di evitarle o dona loro tempi di riposo più lunghi.