Prepara il tuo cane per l’arrivo del tuo bambino

cani e bambini

La nascita di un bambino implica un cambiamento nella routine di tutta la famiglia e, quindi, anche nel nostro animale domestico. Offriamo suggerimenti e linee guida per preparare il cane all’arrivo del tuo bambino a casa.

Come preparare il cane prima dell’arrivo del bambino a casa

Per il nostro animale domestico, anche l’arrivo di un bambino a casa è un enorme cambiamento a tutti i livelli. Pertanto, è importante preparare il cane in modo che la presenza del bambino significhi un cambiamento pacifico e felice nella sua vita. Deve essere un processo che non ha conseguenze importanti per lui o per il resto dei membri dell’unità familiare. Un cambiamento progressivo di routine senza timore è una delle misure a nostra disposizione per garantire che vivere con il neonato non provochi traumi. Grazie ad esperti nel comportamento animale, ecco qualche consiglio utile per adattare l’animale alla nuova situazione.

Come preparare il cane prima dell’arrivo del bambino a casa

Preparare il nostro cane per l’arrivo del bambino dovrebbe essere un altro compito nella nostra organizzazione familiare prima dell’evento felice.  Non solo i genitori devono accettare la modifica delle routine e il nuovo scenario; il nostro animale domestico, come membro della famiglia, deve anche accettare i cambiamenti. Accettandoli potrà integrarli naturalmente nel loro giorno per giorno.

Il veterinario avverte che la transizione non dovrebbe avvenire in modo radicale. Se questo accade possiamo generare “molto stress, e persino ansia per l’animale, influenzando direttamente il loro benessere”. Pertanto, l’ideale è apportare modifiche progressivamente prima che il bambino arrivi. In questo modo il cane si abituerà al futuro stile di vita della famiglia. Questo è particolarmente importante quando parliamo degli orari delle passeggiate e dei pasti.

Consigli utili

Prima della nascita puoi lavorare con degli esercizi in modo che il cane diventi consapevole e abituato ai cambiamenti di routine. Allo stesso modo accetterà i nuovi stimoli. Sarebbe opportuno far socializzare il cane sempre con i bambini, di tutte le età. Se questo non è stato possibile, o parliamo già di cani adulti, è altrettanto interessante familiarizzare poco a poco durante la gravidanza. Allo stesso modo, per abituare il cane a nuovi suoni che saranno presenti, in particolare grida di vario genere. Vari esperti in medicina comportamentale affermano che è possibile utilizzare registrazioni riprodotte prima a basso volume, e che aumenteranno gradualmente di intensità. Sempre per un momento legato al cibo, ai giochi o alle carezze, secondo ciò che piace al nostro cane o che motiva di più.

Cose da sapere

E’ molto importante che l’animale entri in contatto con tutti quei nuovi oggetti che arriveranno a casa: passeggino, culla, mini-presepe, vasca da bagno, fasciatoio, giocattoli. Gli specialisti del comportamento animale, ritengono che è importante consentire al cane di ispezionare la stanza e gli oggetti del bambino. Essi ritengono che in realtà l’unica cosa che l’animale osserva è il cambiamento dell’ ambiente e dei suoi proprietari. Di conseguenza, sarà un po’ più nervoso fino ad abituarsi alla nuova situazione.

Considerazioni degli esperti

Il fondatore di una nota rivista, nel frattempo, ha concluso che la gravidanza può anche essere un buon momento per “insegnare al cane alcuni esercizi di obbedienza di base”.

Suggerimenti per aiutare il cane ad adattarsi al bambino

Quando il bambino torna a casa, dobbiamo continuare con l’adattamento e insegnare al nostro cane a gestire i cambiamenti che si verificano e i nuovi stimoli e le routine presenti nel loro ambiente. Per questo, c’è una serie di consigli o raccomandazioni che possono rendere più facile per il nostro animale domestico adattarsi alla nuova situazione.

Arrivo a casa:

l’importanza del rinforzo positivo. Una laureata in Medicina Veterinaria, in Medicina Comportamentale e fondatrice di varie riviste, spiega che, al momento di arrivo “è importante far passare la madre prima senza il bambino per salutare il cane, e poi venire lentamente, lasciandolo annusare. ” Dobbiamo gestire la situazione con tranquilli esercizi di obbedienza. Il cibo e i giochi sono i principali elementi, ma ogni animale ha le sue preferenze, in modo che solo noi, siamo chi siamo conosciamo bene il nostro animale domestico, sapremo a ottenere un riscontro positivo alle situazioni proposte.

Trova un tempo solo per te.

Mentre in precedenza, durante la gravidanza, dovevamo aumentare il tempo di gioco e guidare con il nostro animale domestico, con l’arrivo del bambino non bisogna rinunciare a quell’attenzione specifica, ma stare il più lontano possibile. Impostare un momento al giorno per entrambi, meglio se è allo stesso tempo, è un modo per trasmettere al nostro cane che è importante per noi, e che il suo amore non è stato sostituito.

Agisci naturalmente.

Per lo specialista in comportamento animale Ricardo Luis Bruno, la cosa più importante non è per evitare il contatto con il cane bambino perché “di solito il cane vuole per arrivare più vicino al sentire l’odore quando il bambino arriva o quando egli grida”. Se si allontani il cane bambino, poi l’animale si sente ancora di più l’interesse per il nuovo membro della famiglia, e può associare questo comportamento come negativo, per cui è essenziale che agiamo naturalmente, senza paura o restrizioni per nessun motivo.

Associazione del bambino a momenti piacevoli.

Le situazioni in cui il bambino è presente dovrebbero essere accompagnate con attenzione al cane, rinforzandolo positivamente, giocando con esso, fornendo carezze o parlando ad esso; senza lasciare, ovviamente, solo il bambino e il cane senza supervisione. Andare a fare una passeggiata con il cane mentre si fa una passeggiata con il bambino, o riferire il tempo del bagno del bambino con cibo e giochi per il nostro animale domestico, può essere un buon esempio di questo tipo di lavoro del bambino con fatti piacevoli per il cane.

Quando il bambino cresce: l’importanza dell’educazione.

Il momento di maggiore pericolo in modo che possano sorgere problemi nella convivenza tra bambini e cani è di un anno e mezzo o due anni del bambino, poiché è quando i bambini cominciano ad avere una certa autonomia e generalmente vanno al cane e inseguono. Pertanto, al bambino dovrebbe essere insegnato a manipolare delicatamente il cane, non a disturbarlo mentre mangia o riposa; raccomandazioni che devono essere collegate ad altre ugualmente importanti, come non toccare i cani che non sono conosciuti, non giocare con parti del corpo ma con giocattoli, fermare il gioco se il cane morde o educare sull’importanza di camminare il cane, collezionando il tuo sgabello, spazzalo o lavalo.

Trova un posto tranquillo e sicuro per il cane.

I veterinari insistono sull’importanza di trovare un luogo sicuro e tranquillo in cui l’animale possa andare se si sente sopraffatto. “Ci metteremo i loro giocattoli lì, daremo loro premi e carezze, e non permetteremo al bambino di accedere senza supervisione, o senza associare positivamente la loro presenza a premi”, dice.

Come prevenire i problemi di adattamento del cane al bambino

I protocolli di prevenzione dei possibili problemi che possono sorgere nell’adattamento del cane all’arrivo di un bambino si basano su esercizi di lavoro specifici. Essi sono progettati per l’animale per tollerare vari aspetti che variano nella sua routine e che possono essere suddivisi in più fasi. Prima di tutto l’arrivo del bambino a casa. La prevenzione è lo strumento migliore che abbiamo per qualsiasi problema comportamentale, e se lavori molto di più in questo aspetto non avrai altre difficoltà.

Consigli degli esperti

In aggiunta l’esperto, “l’ideale è di assicurare tale pre- gravidanza cane costante contatto con bambini di età diverse durante il periodo di socializzazione dell’animale (da 3 a 12 settimane), e il periodo giovanile (12 settimane per adulto) “. In questo modo, prepariamo il nostro animale domestico per la possibile convivenza con un bambino in futuro, e poniamo le basi affinché la presenza di un bambino a casa sia percepita naturalmente.

Da ricordare

Ricorda che quando arriva il bambino non devi cambiare improvvisamente la routine del cane. I cambiamenti repentini possono provocare ansia. Ciò è dovuto al fatto che gli animali sono abituati a certi eventi che si verificano in modo fisso e in un dato momento della giornata. Associano gli stimoli che si verificano prima di questi eventi con gli eventi stessi. Quando le cose cambiano bruscamente, quella capacità di prevedere ciò che sta per accadere scompare, e questo produce stress e ansia.

Se è vero che la capacità di adattarsi e gestire situazioni stressanti dipende dalla genetica, dall’allevamento e dall’educazione e dalla socializzazione precoce e secondaria del cane, è normale che se non vengono prese certe misure l’animale non sarà in grado di adattarsi ai cambiamenti. Tra i problemi legati al non aver seguito i protocolli di prevenzione è molto comune che il cane inizi a leccare troppo, arrivando persino a lesioni dermatologiche. Altre volte, l’animale può rompere oggetti in casa o perdere le proprie abitudini igieniche (fare sgabelli o urinare all’interno della casa o in luoghi inappropriati). Anche, in alcuni casi, può diventare in qualche modo irascibile e aggressivo, a seconda della razza e della personalità innata del cane.