Poké: Come preparare la tua ciotola hawaiana

Poke Hawaiano

La nuova tendenza gastronomica è servita in ciotole di sushi, e ha riso e pesce crudo come ingredienti principali. Poke è un’opzione colorata, salutare, veloce e nutriente portata dalle Hawaii.

Ti piace prendersi cura di te stesso, ma non hai troppo tempo. Avete del riso cotto, del pesce crudo a cubetti e un po ‘di salsa di soia? In quello che leggi questo articolo potresti aver finito di preparare il tuo poké , la nuova tendenza culinaria in espansione che promette di darti un piatto veloce, perfetto per quando non abbiamo voglia di cucinare, economico e molto sano.

Cos’è il Pokè?

Il poké è un piatto che ha origine nell’arcipelago delle Hawaii (USA), le prime apparizioni nei libri di cucina risalgono agli anni settanta e le preparazioni più elementari consistono in soli tre elementi: riso, pesce salsa cruda e soia . Solitamente servito in una ciotola o in una ciotola , così di moda ultimamente tra i buongustai di Instagram e in sempre più ristoranti, ed è una ricetta molto completa, perché contiene carboidrati , proteine , fibre , vitamine e minerali , rendendolo un’opzione salutare che può essere usato come antipasto (come insalata), come piatto singolo o come cibo da asporto.

Come creare il tuo Pokè passo dopo passo

  1. Montare la base , che può essere fatta con riso rotondo, riso nero o quinoa. Sebbene tu possa usare anche altri cereali, pasta o verdure.
  2. Sulla base è collocato quello che è considerato l’ingrediente principale di questo piatto, il pesce crudo , che può essere lì ( tonno pinna gialla) – il tradizionale e più usato -, bonito, salmone , burro di pesce o persino capesante. Qualsiasi pesce può essere usato ogni volta che viene tagliato, preferibilmente in quadrati e senza spine.
  3. l’inclusione di pesce nella ciotola dovrebbe marinare con soia, tamari (salsa giapponese), sake, wasabizenzero , sesamo o limone spremuto, tra gli altri, ma mai per più di cinque minuti, perché la grazia del piatto è che il pesce rimane crudo Questa è la principale differenza con il sushi o il sashimi, in cui il pesce viene presentato senza alcun trattamento precedente.
  4. È inoltre possibile aggiungere opzionalmente Poké quello che potremmo chiamare condimenti, tra i quali sono la radice di loto chip, mais, foglie di shiso, alghe (wakame o nori), uova di pesce, fiori commestibili o frutta, come il melograno, il mango o il re della cucina, l’avocado, le opzioni sono infinite. Il risultato sarà una ciotola piena di colori e sapori.
  5. Infine, sarebbe solo per dare il tocco di condimenti e salse , come il furikake, un condimento fatto con semi di sesamo e alghe e che è ricco di umami, il cosiddetto quinto sapore.
Potrebbe interessarti:  Nutrizione e malattie cardiovascolari: Effetti positivi e negativi di alcune sostanze nutrienti

Poké personalizzati, anche per vegani

Il poke è anche un piatto adatto ai vegetariani , a condizione che vengano apportate piccole modifiche ai suoi ingredienti. Sostituire il pesce con tofu, avocado o patate dolci bollite, tra gli altri, è uno dei modi per gustare questo piatto alla moda senza tralasciare i principi.

Ma non è tutto, e i ristoranti tematici che adorano questo piatto di influenza hawaiana e che hanno proliferato come funghi nelle principali città della Spagna, includono già l’opzione del colpo su misura, come in Tasty Poke Bar o in Aloha Poké, entrambi a Madrid, dove puoi scegliere la base e praticamente tutti gli ingredienti della ciotola, quindi non c’è dubbio che sarà un successo totale.

Se hai suscitato la vostra curiosità e si è qualcuno che non lo fa è riluttante a mangiare pesce quasi la tavola ricorda piatto di congelare il pesce primo a evitare Anisakiasis – diamo voi una ricetta semplice in modo da poter rendere il proprio Poké a casa. Lanciati , lascia che la tua immaginazione scorra più pokera e aggiungi ingredienti a tuo piacimento per personalizzarlo.

Ingredienti per la preparazione del Pokè Hawaiano

  • 120 g di riso bianco rotondo o speciale per sushi
  • 200 g di tonno fresco tagliato a cubetti
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo tostati
  • 1/2 cucchiaino di sale marino hawaiano, puoi anche usare il sale dell’Himalaya o il comune
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • ½ cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
  • 2 cucchiai di olio di sesamo tostato
  • 1 avocado
  • 100 g di alga wakame (a piacere)

Preparazione del Pokè

Il primo passo è cucinare il riso correttamente . Secondo Celia Farrar e Guy Jackson devi lavarlo bene prima, metterlo nell’acqua fredda e metterlo sul fuoco fino a quando non inizia a bollire, quindi devi abbassare il fuoco e mettere un coperchio per circa 15-20 minuti. Quindi verrà rimosso dalla fonte di calore e lasciato riposare 10 minuti nella pentola e altri 10 in una ciotola. Sarà allora quando sarà pronto a creare la base del nostro colpo.

Potrebbe interessarti:  Lipidi o grassi: Cosa sono e a cosa servono

In un altro piatto mescoleremo bene l’olio di sesamo tostato, la salsa di soia e lo zenzero. Aggiungeremo cubetti di tonno, sale e semi di sesamo e mariniamo per circa cinque minuti.

Nelle ciotole distribuiremo il riso prima e sopra il tonno, sbucciamo e tagliamo l’avocado a fette e mettiamo metà in ogni piatto. Infine, sarebbe solo per dare il tocco finale con le alghe wakame.