Nutrizione e malattie cardiovascolari: Effetti positivi e negativi di alcune sostanze nutrienti

Nutrizione e Malattie Cardiovascolari

Il cibo è un elemento chiave nella prevenzione o nel recupero delle malattie cardiovascolari. Conoscere l’effetto positivo o negativo di alcuni nutrienti per la salute del tuo cuore.

La malattia cardiovascolare comprende una serie di disturbi a carico del cuore e dei vasi sanguigni. Queste patologie includono, per esempio, arteriosclerosi , infarto miocardico acuto , angina pectoris , ictus , aneurismi o ipertensione arteriosa .

La sua frequenza e gravità hanno trasformato le malattie cardiovascolari nella prima causa di mortalità nei paesi industrializzati di alcuni anni a questa parte. La crescita nella diagnosi e nello sviluppo è stata vertiginosa a causa della grande influenza della sua comparsa in abitudini come la nutrizione, la pratica dell’esercizio fisico o il tabacco. Pertanto, questi sono i tre pilastri che costituiscono la prevenzione di questa malattia. In questo articolo ci concentreremo sull’importanza di prendersi cura della dieta per mantenere un cuore sano . Soprattutto per quanto riguarda la corretta scelta degli alimenti che hanno la capacità di prevenire, fermare e invertire alcuni sintomi, o al contrario, di respingere quelli i cui componenti possono essere dannosi per questi processi.

Naturalmente, non dobbiamo dimenticare che è vitale praticare l’attività fisica, al fine di mantenere un corretto stato di salute e un peso entro i limiti sani; né del tabacco, come un serio fattore di rischio nell’insorgenza e nello sviluppo di malattie cardiache che dovremmo evitare.

Alimentazione per prevenire patologie cardiovascolari

Diversi sono i processi, all’interno della dieta, che influenzano decisamente la patologia cardiaca. Tra i più rilevanti e dobbiamo controllare per mantenere il nostro cuore sano sono:

Ipercolesterolemia

È l’aumento del colesterolo totale nel sangue (superiore a 200 mg / dl). Particolare cura deve essere chiamato con un aumento del colesterolo LDL (colesterolo cattivo particolarmente pericoloso quando supera 130-160 mg / dl), che si deposita sulle pareti dei vasi favorendo la formazione della placca aterosclerotica, così danno in detta parete e riduzione dello spazio che il sangue deve passare. D’ altra parte, HDL (buono) colesterolo partecipa di questi conservazione del sangue da rimuovere, quindi se per averlo elevato (.ai hanno valori elevati dovrebbero nostri corazras sezioni e sezioni in cui ci concentriamo sulla spiegazione qua assumere almeno 35 mg / dl negli uomini e 40 mg / dl nelle donne).

Dobbiamo tenere a mente che il colesterolo è necessario per la vita e la maggior parte del nostro colesterolo è prodotto dal corpo stesso. L’effetto che il colesterolo alimentare ha sul colesterolo nel sangue è basso e i prodotti con grassi saturi (principalmente animali) sono più dannosi dei prodotti con colesterolo. In questo modo, l’ uovoche alcuni anni fa era vietato in tutte le diete colesterolo, ora si consiglia di consumarlo in una o due unità a settimana. Le componenti più influenza quando si aumenta il colesterolo buono nel plasma sono grassi insaturi: monoinsaturi (olio d’oliva, olio di avocado, alto oleico girasole …) e polinsaturi (omega 3 in particolare: pesce azzurro, noci , oli di semi, ecc.). Questo buon colesterolo è anche aumentato attraverso la pratica di esercizio fisico.

Ipertrigliceridemia

Aumento dei trigliceridi (grassi) nel sangue. Questi lipidi servono come materia prima per la formazione di questi accumuli nei vasi sanguigni.

Se abbiamo valori elevati, è conveniente eliminare alcol e zuccheri che in eccesso si trasformano in trigliceridi. Mantenere un peso sano aiuta anche a controllare questo parametro.

Ipertensione arteriosa

Aumento della forza che il cuore ha bisogno di spingere il sangue attraverso i vasi sanguigni. Se è superiore a 140/90 mmHg, fare attenzione.

Mantenere un peso adeguato, essere adeguatamente idratati, limitare i componenti eccitanti della dieta (caffeina, teina) e ridurre l’assunzione di sale sono le chiavi per tenerlo a bada. Il rapido ritmo dei nostri soliti giorni con un alto livello di stress e stress non favorisce un corretto controllo dell’ipertensione.

Obesità

Aumento del grasso corporeo oltre il normale. Ma, in aggiunta, la posizione di questo grasso è importante. Se il grasso si trova nell’area fianchi e glutei (obesità ginoide o a forma di pera), si tratta di un accumulo che non è così correlato alle malattie cardiovascolari. Al contrario, se il grasso si deposita principalmente nel torace e nell’addome (obesità androide o in forma di mela) il coinvolgimento nelle patologie cardiache è molto più alto.

Tra le altre misure, dovresti ridurre l’apporto calorico, mangiare in modo più equilibrato e cercare di aumentare il dispendio calorico, principalmente attraverso abitudini di vita meno sedentarie e la pratica dell’esercizio fisico.

Diabete mellito

Un cattivo controllo della glicemia o dello zucchero nel sangue peggiorerà l’integrità dei capillari. Con una glicemia a digiuno di 120 mg / dl è necessario monitorare l’evoluzione.

Potrebbe interessarti:  Ebola: tutti i metodi per prevenirla

Controlla i tuoi sintomi e la tua dieta se ne hai bisogno per evitare problemi associati al cuore. Per fare questo, evitare carboidrati ad assorbimento veloce (zuccheri, pasticcini …); Decantare per la dieta mediterranea , evitare l’alcol e bilanciare l’apporto calorico.

Quando compaiono tre o più dei fattori associati sopra, si verifica la cosiddetta sindrome metabolica . Per controllare questo cocktail pericoloso devi tenere a mente queste linee guida dietetiche .

Componenti nutrizionali non raccomandati per i pazienti cardiopatici

Una delle chiavi nel trattamento delle persone che hanno sofferto di una malattia cardiovascolare è che imparano a prendersi più cura delle proprie abitudini alimentari. Per evitare ricadute e recuperare il prima possibile, dobbiamo evitare certi componenti di alimenti che sono dannosi per il nostro cuore.

Componenti nutrizionali dannosi per il cuore

Grassi saturi

Sono quelli legati principalmente a carne intera e latticini . Si trovano anche negli oli di cocco e di palma che sono ampiamente utilizzati a livello industriale e camuffati sotto il nome di “grasso olio o vegetale”.

  • Evitare cibi o piatti precotti o precotti, quelli da cucinare o scongelare e andare. Scegli un feed meno elaborato.
  • Ridurre la quantità di razioni proteiche e optare per carni magre (pollo, tacchino, coniglio, cavallo, maiale magro e manzo). Rimuovere il grasso visibile dalla carne prima di cuocerlo e la pelle del pollo. Accompagnali con un contorno di verdura.
  • Prendete i latticini a basso contenuto di grassi: latte e latticini.
  • Evitare formaggi stagionati, panna, burro, creme.

Grassi transaturi

In natura si trovano in basse quantità, ma il suo livello aumentato dal consumo di molti alimenti lavorati che sono ampiamente usati (popcorn, patatine, dolci, latte intero …).

  • Evita il consumo di pasticcini e torte, soprattutto industriali, e cibi con condimenti al cioccolato.
  • Monitorare l’ etichettatura per identificare rapidamente questi grassi con il nome di grassi parzialmente modificati o idrolizzati.

Colesterolo LDL

Il cosiddetto colesterolo cattivo è preferibilmente legato ai grassi saturi di origine animale ( salsicce , paté, carni molto grasse, burro …).

  • Se abbiamo un eccesso di colesterolo cattivo dovremo ridurre la quantità di grassi saturi nella nostra dieta: carni, latticini e cibi preparati.
  • L’ alimento funzionaleche contiene steroli e stanoli vegetali può essere utile per ridurre i livelli di colesterolo . Sono sostanze con una struttura chimica simile alla molecola del colesterolo che competono con esso per il suo assorbimento. Attualmente, il loro consumo effettivo si concentra sugli alimenti arricchiti con queste sostanze.

Zuccheri in eccesso

Contribuisce all’eccesso di chilocalorie, alla conversione nei grassi e al controllo peggio del glucosio nel sangue .

  • Ridurre il consumo di zucchero bianco e cibi dolci, dolci e ninnoli, poiché forniscono molta energia e sono in genere calorie vuote, cioè non contengono altri nutrienti. Attenzione al cioccolato , marmellate , confetture, caramelle, dolci e così via.

Sale

In relazione alla ritenzione di liquidi che può causare l’ ipertensione . Non è raro trovare cifre per il consumo di sale nelle diete abituali superiori a 10 grammi al giorno.

  • Eliminare o ridurre in modo significativo il consumo di sale , sia in cucina e condimento, sia nel consumo di alimenti salati attraverso il processo di produzione: affumicato, in salamoia, stagionato …, prosciutto serrano, prosciutto cotto, olive, prodotti per aperitivi, brodi commerciali , salsicce, cibi orientali, piatti pre-preparati.

Sostanze eccitanti

Del sistema nervoso: caffeina, teina. Relativo all’aumento della pressione sanguigna.

  • Controllare l’assunzione di caffè, tè o cioccolata, che sono alcuni degli alimenti ricchi di queste sostanze.

Eccesso di kilocalorie

Una dieta che non è conforme alle spese effettuate provoca un accumulo di grasso corporeo, un pericolo per il cuore.

  • Incoraggiare il consumo di alimenti di origine vegetale che non contengono grassi saturi o colesterolo e hanno un maggiore contenuto di acqua.
  • Assumere quantità moderate di cibo , per evitare sovrappeso e obesità, e diviso in diverse dosi per un migliore controllo dell’appetito e della glicemia.

Componenti controversi per il cuore

  • Alcool : l’assunzione di uno dei due bicchieri di vino rosso nei pasti può migliorare le cifre del colesterolo buono, oltre a contenere alcune sostanze antiossidanti . Tuttavia, al di sopra di questa cifra, l’alcol ha effetti chiaramente nocivi, poiché favorisce la produzione di colesterolo cattivo , tra gli altri problemi, quindi non si dovrebbe mai raccomandare il consumo di alcol, anche il vino rosso, agli astemi. Inoltre, nel caso dell’ipertrigliceridemia , il consumo di alcol è totalmente controindicato.
  • Colesterolo totale: non superare i 200 mg di colesterolo / giorno nel consumo di alimenti di origine animale.
  • Grasso totale: non superare il 30% del contenuto calorico totale del giorno. È consentito fino al 35% se la maggior parte del grasso proviene dall’olio di oliva vergine.

 

Componenti nutrizionali benefici per i pazienti cardiopatici

Allo stesso tempo, dobbiamo evitare i componenti nutrizionali discussi sopra, dobbiamo anche premiare nella nostra dieta quotidiana quelli che sono benefici per la nostra salute cardiovascolare. Questi sono i più importanti, i cibi da cui possiamo ottenerli e le linee guida di consumo più appropriate per questo scopo:

Grassi monoinsaturi

Sono i migliori grassi per difendere la salute del cuore. Non solo riducono il colesterolo totale, ma lo fanno riducendo il male e aumentando il bene. Possiamo dire che migliorano il profilo lipidico del sangue. Non solo lo troviamo nell’olio, ma anche nelle noci, nelle noccioline o negli avocado.

  • Utilizzare l’olio d’oliva vergine come base per cucinare e vestirsi in quantità moderata.
  • Bere occasionalmente l’ avocado in insalata o in contorni.

Grassi polinsaturi

All’interno di questi, il gruppo chiamato omega-3 è famoso per la sua relazione con il colesterolo buono.

  • Un’idea per coprire questi bisogni è incorporare alla nostra dieta il consumo moderato di noci, aggiunto ai dessert. Prendere due o tre noci al giorno è una delle buone abitudini raccomandate per prendersi cura del cuore. I dadi sani sono crudi, non torrefatti, senza sale e, naturalmente, in piccole quantità (mai più di una manciata).
  • Il pesce azzurro , tradizionalmente meno apprezzato rispetto ai bianchi, sta avendo un tipo di grasso che migliora i valori di colesterolo buono. Quindi prendere due o tre volte alla settimana salmone, sardine, trote, acciughe o sugarelli è associato a una buona salute cardiovascolare.
Potrebbe interessarti:  Piperina & Curcuma Plus integratore: è realmente efficace? Dove acquistarlo e quanto costa

Fibra alimentare

Questo componente del cibo che non viene assorbito contribuisce alla sensazione di sazietà e al ritardo nell’assorbimento di grassi e zuccheri, migliorando il controllo del diabete . Inoltre, incoraggia la cura della nostra flora intestinale.

  • È in frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Inoltre, questi alimenti contengono poco grasso e hanno una quantità molto ristretta di chilocalorie, quindi non fanno ingrassare.
  • Prendi cinque pezzi di frutta e verdura ogni giorno . Se una delle porzioni di verdure è sotto forma di insalata, perfetta. E il frutto, meglio intero e non pelato, ha quindi una fibra alimentare intatta.
  • Le verdure possono essere cucinate come primo piatto in modo tradizionale o come secondo piatto, grazie al suo contenuto proteico, accompagnato da insalata o verdure cotte.
  • I cereali integrali possono ottenere loro nel la forma di pane, pasta, riso, dolci, contorni, ecc..

Sostanze antiossidanti

Come la vitamina E , il beta-carotene o la vitamina A e la vitamina C prevengono danni ai capillari.

  • L’ olio extra vergine di oliva è particolarmente ricco di vitamina E. Inoltre girasole olio e alcuni frutta a guscio come noci e nocciole.
  • Carote, broccoli, spinaci, lattuga, piselli, melone … sono alcuni degli alimenti con un alto contenuto di carotene .
  • La vitamina C è presente in quasi tutti gli alimenti vegetali. I punti salienti includono agrumi, frutta colorata, verdure e verdure, arance o rosso. È una vitamina che è facilmente inattivata dal calore, quindi se il cibo è consumato crudo, contiene molta più vitamina.

Steroli vegetali e stanoli

È il cosiddetto colesterolo vegetale. Presente in noci, verdure e legumi.

  • Con una dieta tradizionale è difficile ottenere i valori che hanno il massimo effetto desiderato, quindi questi possono essere implementati con alimenti arricchiti.

Altri alimenti per prevenire le malattie cardiovascolari

Come abbiamo visto, ci sono diversi componenti che dobbiamo scegliere o evitare di prenderci cura della nostra salute cardiaca. Per completare la parte superiore della dieta sana per il cuore, proponiamo gli otto alimenti più benefici per il tuo cuore, in modo che quando effettui l’acquisto non dimentichi di includerli nel carrello:

  • Olio extravergine di oliva . Per il suo contenuto in grassi monoinsaturi aiuta a ridurre il colesterolo cattivo e aumentare l’effetto benefico sulla salute, e il suo contributo di vitamina E , antiossidante, previene il danno dei capillari.
  • Aguacate . Questo frutto untuoso con alto contenuto di grassi monoinsaturi è il più raccomandato per tenere a bada il colesterolo.
  • Salmon . Rappresentante del pesce azzurro. Per il suo acido grasso DHA, di tipo polinsaturo, migliora i valori del colesterolo buono .
  • Noci . Con un alto contenuto di grassi omega 3 , che aiutano a ridurre l’incidenza di malattie cardiovascolari . Ha anche fitosteroli.
  • Il riso integrale . Con la sua quantità di fibra alimentare che ritarda l’assorbimento di grassi e zuccheri e i componenti fitochimici della crusca, favorisce la riduzione della pressione sanguigna.
  • Carota . Con alto contenuto di pro-vitamina A e vitamina C, componenti antiossidanti. Inoltre, può essere assunto crudo, quindi mantiene le sue proprietà nutrizionali.
  • Lenticchie . Di origine vegetale e ad alto contenuto proteico, non sono associati a grassi animali. Inoltre, contiene fibre e fitosteroli.
  • Alimenti funzionali ricchi di steroli vegetali . Ricco di colesterolo vegetale che compete con il colesterolo animale negativo.

Alimenti raccomandati e sconsigliati per i pazienti cardiopatici

Questa è una tabella riassuntiva degli alimenti raccomandati e non raccomandati nella patologia cardiovascolare:

Gruppo alimentare raccomandato Non raccomandato
Latte e latticini Crema

Crema integrale e dolce , crema

cereali integrali Pasticceria e pasticceria industriale
verdure tutto  
Verdure e ortaggi tutto  
frutta Tutti i

dadi in quantità moderata

Cocco

Frutta sciroppata Frutta

secca salata

Carnes Lean: pollo, tacchino , lombata e filetto di maiale, vitello,

prosciutto di conigliocotto a fuoco basso

Grasso: agnello, anatra, gallina

Gut

Embutidos, paté

pesce Bianco e blu Conservato salato o affumicato
uova In quantità moderata  
grassi Olio d’oliva vergine

Olio di semi

Pancetta, burro, margarina

Olio di cocco e palma

zuccheri   Prodotti lattiero-caseari ricoperti di zucchero

Bevande zuccherate senza zucchero

Cioccolatini

Dolci e caramelle

parecchi Acqua, infusi, vini sgrassati Vino

rosso, uno o due bicchieri di cibo

Piatti precotti

Antipasti

Alcool

Sale, cubetti di brodo

Caffè, tè

Forme di cottura Ferro, vapore, forno, papillote, wok, bollito Pastella, impanata, spezzatino, spezzatino

 

Alimentazione per pazienti cardiopatici

Proponiamo un esempio di un menu per i pazienti a rischio di malattie cardiache o che hanno già sofferto di un precedente episodio di malattia cardiovascolare , con il quale vogliamo mostrarvi che non devono condurre una dieta noiosa e monotona. Dare colore, sapore (con altri aromi rispetto al sale) e prendersi cura della presentazione dei piatti è importante per aumentare e promuovere l’aderenza al trattamento dietetico da parte dei pazienti cardiopatici.

Ricorda che nella preparazione di questi menu dovresti moderare la quantità di olio d’oliva vergine che usi e evitare il sale durante la cottura e il condimento.

Menu di esempio per pazienti cardiopatici

Esempio di menu tipico per pazienti con rischio cardiaco, composto da cinque pasti e un consiglio prima di coricarsi:

Insalata con pomodorini e formaggio fresco

Prima colazione:

  • Caffè decaffeinato con latte scremato e dolcificante calorico.
  • Pane integrale a basso contenuto di sale con pomodoro naturale e olio d’oliva vergine.

Metà mattina:

  • Baguette di pane a basso contenuto di sale con affumicato di tacchino.
  • Infuso di rooiboscon un dolcificante calorico.

Pranzo:

  • Insalata di lattuga di quercia con pomodorini, uva e formaggio fresco scremato.
  • Lenticchie con riso, carota, cipolla e peperone verde.
  • Fragole con succo d’arancia fresco.
  • Fetta di pane integrale a basso contenuto di sale.

Merenda:

  • Yogurt scremato con 2 noci.

Cena:

  • Crema di zucchine e patate.
  • Salmone alla griglia con limone.
  • Fetta di pane integrale a basso contenuto di sale.

Prima di andare a dormire:

  • Bicchiere di latte scremato con un dolcificante calorico.