Sali Minerali: cosa sono e come si classificano

Il corpo ha bisogno di minerali per svolgere varie funzioni vitali, come la formazione delle ossa o la produzione di ormoni. Una dieta varia ed equilibrata è il modo migliore per ottenere questi nutrienti.

Indice Pagina

Cosa sono i minerali

minerali

 

I minerali sono sostanze inorganiche ampiamente distribuiti in natura e presenti anche nel cibo. Essi sono componenti essenziali per gli esseri umani, perché non siamo in grado di sintetizzare loro nel nostro corpo da altri composti e li dobbiamo prendere dall’esterno attraverso il cibo, in modo che il nostro corpo a funzionare correttamente. Si trovano nel nostro corpo formando parte di varie strutture come denti, ossa, sangue e così via.

Minerali considerati nutrizione essenziale per un totale di 26. Questo articolo descriverà più bisogno e consumatori sono i più noti: calcio, fosforo, magnesio, sodio, potassio, ferro, zinco, iodio, rame, manganese e fluoro.

Oltre a questi, ce ne sono molti altri come cobalto o stagno con azioni importanti nella maturazione dei globuli rossi; vanadio, che contribuisce al metabolismo dei grassi; nichel, legato agli ormoni; o silicio, necessario per la crescita e il rinnovo delle ossa.

A cosa servono i minerali?

Come riassunto generale, si potrebbe dire che i minerali hanno una funzione regolatrice. La maggior parte sono legati all’ottenimento di energia a livello cellulare, che fa parte delle reazioni chimiche. Molti contribuiscono al metabolismo dei macronutrienti: carboidrati, proteine ​​e grassi. Sono anche parte di molte molecole: vitamine, amminoacidi, ormoni, cellule del sangue e così via.

Altrettanto importante è l’azione strutturale fornita da alcuni minerali: calcio, fosforo, magnesio … Al contrario, va notato che i minerali non hanno una funzione energetica, quindi non apportano alcun apporto calorico.

Sicuramente ti chiedi quale quantità di minerali dobbiamo assumere attraverso il cibo. Bene, ogni minerale ha il suo requisito . Questi requisiti dipendono in larga misura dall’età, dal sesso, dallo stato fisiologico e patologico di ogni persona e possono essere aumentati in situazioni specifiche (malattie, ecc.). Precisamente il criterio di classificazione dei minerali che esponiamo successivamente ha a che fare con la figura della raccomandazione di consumo consensuale per gli adulti sani.

In ogni caso, un’informazione è il contenuto di minerali contenuti in un alimento e l’altra è la sua biodisponibilità, che è la quantità effettiva di minerale che è in grado di attraversare la parete intestinale e diventare parte del nostro corpo. La biodisponibilità dei minerali dipende da diversi fattori: presenza di sali biliari, fibre , elementi presenti nell’intestino che aumentano o diminuiscono l’assorbimento, il pH del mezzo e così via.

Fonti di minerali

I minerali sono in natura in modo abituale: nel terreno, nella terra, nelle rocce, nelle piante e così via. Sono anche presenti nel cibo. Ci sono alcune fonti che sono particolarmente ricche di alcuni minerali ed è raro trovare cibo che non ne abbia. Qui di seguito troverai fonti di cibo in cui puoi trovare tutti i minerali che il tuo cibo richiede.

Ricorda che mangiare una dieta varia ed equilibrata è il modo migliore per evitare carenze e accumuli di minerali. Certamente, un’integrazione indiscriminata senza una ragione giustificata è totalmente controindicata.

Classificazione dei minerali

La classificazione dei minerali è fatta in base al bisogno di consumo.

Se questa raccomandazione è superiore a 100 mg/die è detto che abbiamo un macrominerale e se di meno, qualunque sia, sarà un minerale traccia .

Fai attenzione perché questo nome non si riferisce né alla dimensione della molecola (per quella della “macro” e “micro”) né alla maggiore o minore importanza del minerale per la nostra salute. Per dare un chiaro esempio di ciò, diremo che il ferro è classificato come microminerale, con raccomandazioni di consumo molto basse rispetto ad altre. Tuttavia, nessuno mette in dubbio la trascendenza delle loro funzioni e il loro contributo diretto alla salute.

  1. I macrominerali (oltre 100 mg/die) sono:
    • calcio
    • fosforo
    • magnesio
    • potassio
    • sodio
    • cloro
    • zolfo
  2. I microminerali (meno di 100 mg/die) sono tutti gli altri. Di loro, per il loro speciale coinvolgimento nella salute e la loro maggiore conoscenza, vedremo in dettaglio:
    • ferro
    • zinco
    • fluoro
    • iodio
    • rame
    • manganese
    • selenio

Zolfo

Raccomandazioni giornaliere sullo zolfo:

La sua dose raccomandata non è regolamentata, poiché dipende dal contenuto proteico della dieta.

La zolfo (S) è un macromineral cui esigenze consumo dipenderà metionina aspirazione, un aminoacido , componente proteica. Partecipa a molteplici reazioni metaboliche e ci sono diversi componenti importanti dell’organismo: vitamine, ormoni, ecc., Che sono zolfo, cioè con zolfo nella sua composizione.

Questo minerale non ha le sue raccomandazioni sul consumo, ma con l’assunzione di una dieta relativamente equilibrata la sua carenza viene evitata.

Il tabacco è in grado di ridurre l’assorbimento intestinale dello zolfo.

Come curiosità, i bagni termali di zolfo sono stati utilizzati per molti anni per le loro proprietà curative, in quanto hanno contribuito a migliorare molti disturbi: stress, problemi dermatologici , muscolare e così via.

 Funzioni dello zolfo

  • Fa parte delle vitamine.
  • È un membro di alcune proteine.
  • Fa parte degli ormoni.
  • Partecipa al metabolismo di grassi e carboidrati.

 Principali fonti alimentari

  • Carne, pesce
  • Formaggio, uova
  • Impulsi.
  • Aglio e cipolla .

 Carenza di zolfo

È molto strano Ma la loro mancanza nel corpo può causare un ritardo nella crescita.

 Tossicità dello zolfo

Come la sua mancanza, troppo zolfo può anche causare problemi di crescita, poiché è un minerale molto legato alle proteine. Se l’eccesso viene dal cibo, non è considerato tossico, solo se è dovuto all’ingestione di zolfo inorganico attraverso altri prodotti.

Calcio

Raccomandazioni giornaliere sul calcio:

800-1200 mg / giorno negli adulti

Il calcio (Ca) è un macromineral che svolge un importante ruolo struttural nel nostro corpo per essere parte integrante delle ossa e dei denti. Tuttavia, per la fissazione del calcio nel sistema osseo, è necessaria la presenza di vitamina D.

Il calcio è il minerale più abbondante nel il corpo e ha relativamente elevati raccomandazioni di consumo, dal momento che è essenziale per la formazione dello scheletro del corpo, è molto importante che i loro bisogni primari sono soddisfatti durante l’infanzia e l’adolescenza . Inoltre, durante la gravidanza e l’allattamento il calcio ha bisogno di aumentare in modo significativo.

Nella vecchiaia è anche molto importante avere livelli adeguati di calcio nel corpo, al fine di sostituire le perdite che si verificano in questo minerale, come l’ osteoporosi .

Del contenuto totale di calcio nel cibo, viene assorbito solo dal 20% al 40% del totale. Il suo assorbimento migliora con la presenza di vitamina D, lattosio, grassi, proteine, vitamina C e terreno acido. Quindi, gli alimenti con la migliore biodisponibilità di calcio sono latte e prodotti lattiero-caseari .

Funzioni del calcio

Il calcio ha varie funzioni nel nostro corpo:

  • Fa parte dei denti e delle ossa e aiuta a mantenerli sani.
  • È necessario che il sangue si coaguli.
  • Partecipa alla trasmissione dell’impulso nervoso.
  • Ha un ruolo importante nella contrazione muscolare.
  • Stimolazione della secrezione ormonale
  • Contribuisce all’attivazione di enzimi che fungono da mediatori in diverse reazioni chimiche.
  • Aiuta la permeabilità delle membrane cellulari in modo che possano effettuare lo scambio di sostanze con l’ambiente (ossigeno e sostanze nutritive).
  • Partecipa all’assorbimento della vitamina B12.
Potrebbe interessarti:  Rhino Correct tutore nasale: è davvero efficace? Recensioni, Dove acquistarlo e quanto costa

Fonti alimentari di calcio

Le principali fonti alimentari da cui il calcio può essere ottenuto attraverso la dieta sono:

  • La principale fonte di calcio è latte, yogurt , formaggio e altri prodotti caseari.
  • Tra i formaggi sottolineano la groviera, l’emmental, il manchego, quello di Burgos o il roquefort.
  • Pesce da cui si mangiano le spine (sardine, acciughe, salmone …), frutti di mare (gamberi, gamberi, gamberi).
  • Verdure a foglia verde (cavoli).
  • Semi di girasole
  • Legumi (legumi, soia, ceci, fagiolini, fagioli).
  • Arachidi, mandorle, nocciole, pistacchi e in piccola percentuale fichi secchi, noci, datteri o uvetta.
  • Acqua per il consumo

 Carenza di calcio

La mancanza di calcio necessaria per il corretto funzionamento del nostro corpo può causare:

  • Osteoporosi: diminuzione della massa ossea e aumento della fragilità ossea.
  • Rickets: bassa mineralizzazione e deformità ossea.
  • Tetania: alterazione della contrazione muscolare.

 Tossicità del calcio

Aumento del calcio nel sangue e nelle urine.
Depositi di calcio extra-osseo.

Zinco

Raccomandazioni giornaliere sullo zinco:

12-20 mg / giorno negli adulti

Lo zinco (Zn) è una traccia che partecipano a oltre 200 reazioni chimiche a livello cellulare. È coinvolto in praticamente tutti i sistemi di manutenzione e regolazione del corpo.

Ci sono alcune sostanze classificate come anti-nutritive, poiché influenzano negativamente l’uso di alcuni nutrienti, come i fitati, contenuti in cereali integrali e legumi, che riducono l’uso di zinco.

 Funzioni dello zinco

  • Partecipa a molteplici reazioni chimiche e al sistema immunitario (difesa dell’organismo), poiché favorisce la produzione di linfociti.
  • Aiuta a guarire le ferite.
  • Coinvolto nella sintesi di DNA e RNA.
  • Produce l’attivazione di alcuni ormoni.
  • Collabora alla manutenzione della struttura delle cellule.
  • La sua presenza nel corpo è essenziale per il corretto funzionamento dell’olfatto e del gusto.
  • È essenziale per il corretto sviluppo delle gonadi (ovaie e testicoli), nonché per la riproduzione e la fertilità.
  • Lo zinco è fondamentale per la formazione di insulina e molte altre proteine.

 Fonti di zinco

  • Germe di grano
  • Carne, pesce
  • Uova e latticini
  • Legumi, noci (noci).
  • Ostras.

 Conseguenze del deficit di zinco

La mancanza di questo minerale può causare diverse patologie come:

  • Nanismo o alterazioni nella crescita.
  • Dermatite .
  • La diarrea.
  • La perdita dei capelli .
  • Ipogonadismo : alterazione delle caratteristiche sessuali.
  • Ipogeo: diminuzione del senso del gusto. E anche di odore.
  • Stanchezza o anemia
  • Lentezza al momento della guarigione.

 Tossicità dello zinco

Un apporto puntuale di zinco molto alto o cronico può causare disturbi digestivi (nausea, vomito, dolori addominali …) a crampi muscolari.

Cloro

Raccomandazioni giornaliere sul cloro:

1,7-5 g / giorno negli adulti

Il cloro (Cl) è una parte macromineral di sale comune, insieme con il sodio. Inoltre partecipa molto attivamente ai processi digestivi. È anche un elettrolita, completando così il trio con potassio e sodio.

Curiosità: il cloro è stato usato, durante la prima guerra mondiale, come arma chimica. Ma di sicuro, quello che sai di più del cloro è che è usato come disinfettante per la depurazione dell’acqua .

 Funzioni del cloro

  • Partecipa all’equilibrio osmotico: concentrazione di sostanze all’interno e all’esterno delle cellule.
  • Fa parte dell’acido cloridrico gastrico che partecipa alla digestione.
  • Interviene nella digestione dei grassi.

 Fonti alimentari di cloro:

  • Componente di sale
  • Acqua clorurata

 Carenza di cloro

Perdita di appetito

 Tossicità del cloro

Ritenzione di liquidi
Disturbi neuromuscolari

Rame

 

Raccomandazioni giornaliere sul rame:

2-3 mg / die negli adulti

Il rame (Cu) è un minerale traccia essenziale nel corpo umano in quanto svolge un ruolo fondamentale, essendo necessario per assimilare e utilizzare il ferro, e può adeguatamente distribuito a svolgere la sua missione. Inoltre, ha una varietà di importanti funzioni tra cui la regolazione delle reazioni enzimatiche. È anche richiesto di produrre ATP, che è il tipo di energia che il corpo può utilizzare. Il rame in quantità elevate può essere molto tossico.

 Funzioni del rame

  • Aiuta il trasporto del ferro.
  • Coinvolto nella formazione di emoglobina, globuli rossi e vari enzimi.
  • Partecipa alla degradazione di carboidrati, lipidi e proteine.
  • Coinvolto nell’assimilazione della vitamina C da parte del corpo.
  • Aiuta a mantenere la struttura ossea.
  • Partecipa all’integrità del sistema nervoso centrale.

 Fonti alimentari di rame

Il rame può essere ottenuto da vari alimenti:

  • Legumi: lenticchie, ceci, fagioli, ecc.
  • Cibi integrali e cereali
  • Frutta secca
  • Fegato, visceri
  • Frutti di mare.
  • Prugne e uvetta
  • Fegato, visceri

 Conseguenze del deficit di rame

Se l’organismo ha una carenza di rame, possono verificarsi diverse patologie, quali:

  • Anemia .
  • Osteoporosi .
  • Depigmentazione (decolorazione della pelle).
  • Alterazioni o degenerazione del sistema nervoso centrale.
  • Capelli grigi
  • Perdita di minerali

 Tossicità del rame

Può causare alterazioni epatiche e renali.
Problemi neurologici
I lavoratori del rame devono adottare misure protettive volte ad evitare la tossicità di questo minerale.

Fluoro

 fluoro

Raccomandazioni giornaliere sul fluoruro:

1,5-4 mg / giorno negli adulti

Il fluoro (F) è un minerale traccia essenziale per il corpo umano, perché ha un ruolo essenziale nella formazione delle ossa e la corretta manutenzione dello smalto dei denti -previniendo caries-, e la struttura ossea.

Al momento si sta studiando in modo molto esaustivo come l’eccesso di fluoro nell’organismo influisce sul sistema nervoso centrale. In effetti, è consigliabile evitare l’uso di prodotti arricchiti in fluoro nei bambini piccoli a causa della loro influenza negativa sullo sviluppo del sistema nervoso. Questo è il motivo principale per cui il dentifricio infantile non contiene fluoro.

 Funzioni di fluoro

  • Partecipa alla formazione e al rafforzamento delle ossa e dello smalto dei denti.
  • Prevenzione della carie.
  • Manutenzione della struttura ossea.

 Fonti alimentari di fluoro

  • Acque fluorurate.
  • Verdure secondo il contenuto di fluoro del suolo (spinaci, cavoli, lattuga, germogli di soia).
  • Caffè.
  • Pesce.
  • Frutti di mare.

 Conseguenze del suo deficit

La mancanza di fluoro può causare varie anomalie come:

  • Carie
  • Osteoporosi .

 Tossicità del fluoruro

  • Fratture ossee
  • Alterazioni del sistema nervoso.

Il suo eccesso sta causando anche una patologia:

  • Fluorosi, che produce una caratteristica venatura nei denti.

Fosforo

fosforo

Raccomandazioni giornaliere sul fosforo:

800-1200 mg / giorno negli adulti

Il fosforo (P) è un macromineral strettamente legato al calcio in entrambe le funzioni comuni, come fonti alimentari dove loro raccomandazioni di consumo o presenti. Maggiore è il bisogno di uno, maggiore è la necessità dell’altro. La biodisponibilità del fosforo migliora in presenza di vitamina D, vitamina C e proteine, tra gli altri.

Sebbene sia presente in ogni cellula, principalmente il fosforo si trova nei denti e nelle ossa e costituisce approssimativamente l’1% del peso totale di una persona.

 Funzione fosforo

  • Previene la carie dentale
  • Fa parte delle ossa e diminuisce la perdita di massa ossea.
  • Si trova delle molecole da cui si ottiene energia a livello cellulare.
  • E’ presente nel DNA e nell’RNA che trasferiscono informazioni genetiche.
  • Fa parte delle pareti cellulari.
  • Collabora nell’attivazione degli enzimi.
  • Partecipa al bilancio acido-base delle cellule.
  • Fa parte della vitamina B6.

 Fonti alimentari di fosforo

Possiamo trovare fosforo in diversi alimenti:

  • Pesce.
  • Pollame e vitello
  • Latte e uova
  • Cereali integrali .
  • Frutta secca

 Carenza di fosforo nella dieta

È raro che ci sia un deficit di fosforo, dal momento che è facile ottenerlo nutrendosi. Anche così, se fosse prodotto potrebbe causare:

  • Cambiamenti ossei
  • Modifiche nella contrazione muscolare.
  • Alterazioni del sangue
  • Disfunzioni renali

 Tossicità del fosforo

  • Tetania (spasmi dolorosi alle estremità).
  • Decalcificazione.

Ferro

 

Raccomandazioni giornaliere di ferro:

10-30 mg / die negli adulti

Il ferro (Fe) è un importante minerale traccia per la vita, anche se è in percentuale molto piccola nel corpo umano. È fondamentale nel trasporto di ossigeno, insieme al processo di respirazione cellulare. È uno dei minerali che causa gravi carenze, soprattutto tra le donne in età fertile, quindi, i bisogni sono maggiori nelle donne, ed è che la carenza di ferro causa uno specifico tipo di anemia.

Ci sono due modi chimici per trovare il ferro nel cibo: ferro eme e ferro non eme . L’assorbimento di ferro eme è di circa un quarto e questo ferro si trova negli alimenti di origine animale. La forma non eme, presente negli alimenti vegetali, viene assorbita in quantità molto bassa (3-8%). Questo è il motivo principale per cui il consumo di lenticchie per migliorare il contenuto di ferro non è particolarmente adeguato.

La biodisponibilità del ferro è molto variabile a seconda degli elementi presenti durante il suo assorbimento.

 Funzione del ferro

  • Coinvolto nel trasporto di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.
  • Partecipa alla produzione di elementi del sangue come l’emoglobina.
  • Fa parte del processo di respirazione cellulare ed è parte integrante della mioglobina, il deposito di ossigeno nel muscolo.
  • Ha un ruolo fondamentale nella sintesi del DNA e nella formazione del collagene.
  • Aumenta la resistenza alle malattie.
  • Collabora a molte reazioni chimiche.
Potrebbe interessarti:  Cereali Integrali: Cosa sono, proprietà, valori nutrizionali ed effetti benefici

 Fonti di ferro

  • Fegato.
  • Carni rosse
  • Pollo
  • Rene.
  • Sanguinaccio
  • Pesce.
  • Uova
  • Cereali, germe di grano

L’assorbimento del ferro da parte del corpo è facilitato se preso insieme a vitamina C, B6, B12, acido folico, rame, fosforo, calcio.

L’assorbimento di questo minerale diminuisce con sostanze come caffè, vino (tannini) o fibre e con la presenza di diarrea.

Conseguenze di carenza di ferro

Nelle donne il suo deficit è abbastanza frequente, a causa delle emorragie mensili dovute alle mestruazioni, inoltre, in gravidanza, la madre passa il ferro al bambino, diminuendo così il suo livello nel corpo. Queste situazioni possono portare ad anemia da carenza di ferro . I sintomi più comuni di questa patologia sono:

  • Stanchezza, stanchezza.
  • Pallore.
  • Basso livello di prestazioni
  • Aumento della probabilità di parto prematuro.

 Tossicità del ferro

I depositi di ferro possono verificarsi in vari organi, in particolare il fegato, che causa vari danni e una malattia nota come emocromatosi . Un apporto eccessivo di supplementi di ferro può causare avvelenamento da questo minerale.

Magnesio

Raccomandazioni giornaliere di magnesio:

200-400 mg / die negli adulti

Il magnesio (Mg) è un macromineral molto importante nell’uomo essere presenti nel midollo funzione strutturale. Condivide anche una funzione regolativa, poiché è coinvolto in molte reazioni di ottenere energia all’interno della cellula.

Grasso, calcio e vitamina D diminuiscono l’assorbimento del magnesio a livello intestinale. Mentre il consumo di alcol provoca il minimo uso di magnesio.

 Funzione del magnesio

  • Coinvolto nel mantenimento di denti, cuore e ossa sani.
  • Partecipa al metabolismo energetico, nell’attivazione di enzimi che rilasciano glucosio.
  • Favorisce la formazione di proteine.
  • Fa parte della struttura ossea.
  • Interviene nella contrazione nervosa e nella trasmissione nervosa.

 Fonti di magnesio

La maggior parte del magnesio può ottenere ricchi di clorofilla alimenti: ortaggi, frutta secca (noci, anacardi, mandorle), legumi (prodotti di soia), cereali (riso, miglio ). Anche se è disponibile anche in:

  • Mais bianco
  • Mandorle, anacardi, pistacchi e cacacuetes.
  • Alcuni semi (zucca, sesamo, anguria, lino, sesamo).
  • Caracoles.
  • Verdure a foglia verde come spinaci.
  • Quinoa e crusca di frumento.
  • Coriandolo, erba cipollina e menta.
  • Cioccolato nero amaro.
  • Pane integrale
  • Fichi secchi
  • Pompelmo e limone

 Carenza di magnesio

Anche se non è molto comune, può esserci un deficit di magnesio (nelle persone alcoliche, operate di recente, assumendo farmaci, ustioni o altre persone con problemi ad assorbire il magnesio):

  • Convulsioni, irritabilità
  • Diminuisci l’appetito
  • Muscoli indeboliti

 Tossicità del magnesio

In generale, il corpo è pronto ad eliminare il magnesio in eccesso, ma se si verifica, soprattutto assumendo alcuni farmaci, può causare:

  • Alterazione della contrazione muscolare.
  • Alterazione nervosa

Manganese

 

Raccomandazioni giornaliere al manganese:

0,3-5 mg / giorno negli adulti

Il manganese (Mn) è un minerale traccia essenziale, con non esigenze molto elevato consumo. È ampiamente distribuito negli alimenti di origine vegetale e le sue funzioni più note sono dirette alla regolazione delle reazioni cellulari.

Insieme al rame, calcio e zinco possono essere utili nella prevenzione dell’osteoporosi.

Prendere in considerazione è che il manganese può influenzare l’efficacia di alcuni antibiotici.

 Funzione del manganese

  • Partecipa alla sintesi degli acidi grassi .
  • Coinvolto nella sintesi degli ormoni sessuali.
  • È fondamentale essere in grado di assimilare la vitamina E.
  • Essenziale nella produzione di cartilagine.
  • Rafforza la memoria
  • Riduce l’irritabilità.
  • Riduce la fatica

 Fonti di manganese

  • Verdure, verdure verdi, barbabietole .
  • Frutti.
  • Cereali integrali, legumi, piselli
  • Frutta secca
  • Latte e prodotti lattiero-caseari .
  • Carne.

 Conseguenze del suo deficit

La mancanza di manganese nel corpo può causare varie malattie come:

  • Perdita dell’udito
  • Problemi di sterilità: alterazioni della motilità.
  • Cambiamenti ossei

Tossicità al manganese

Disturbi nervosi e respiratori.

Potassio

Raccomandazioni giornaliere di potassio:

3500 mg/die negli adulti (le donne che allattano necessitano di una quantità di almeno 5,1 g / die)

Il potassio  (K) è un importante funzioni di livello macromineral muscoli e il sistema nervoso. Inoltre, è anche un elettrolita, come il sodio e il cloro, che contribuisce alla pressione e alla concentrazione di sostanze all’interno e all’esterno delle cellule.

È un minerale molto solubile in acqua, una risorsa che possiamo usare per rimuoverlo dalla dieta se siamo interessati, ad esempio, nel caso della patologia renale.

 Funzione del potassio

Il potassio è un minerale elementale nel nostro corpo, perché svolge funzioni basilari come la regolazione dell’acqua all’interno e all’esterno delle cellule. Questa occupazione è svolta insieme al sodio.

Le funzioni più importanti sono:

  • Essenziale per la corretta crescita dell’organismo.
  • Fa parte delle ossa.
  • Partecipa all’equilibrio osmotico: concentrazione di sostanze all’interno e all’esterno delle cellule.
  • Coinvolto nella produzione di proteine ​​dai suoi componenti principali sono gli amminoacidi .
  • Interviene nel metabolismo dei carboidrati.
  • Aiuta nella permeabilità delle membrane.
  • È essenziale per la sintesi dei muscoli.
  • Partecipa a reazioni chimiche.
  • Coinvolto nella trasmissione nervosa.
  • Partecipa alla contrazione muscolare.

 Fonti di potassio

  • Frutta ( banane , kiwi, melone , agrumi , come limone, arancia o pompelmo, pomodori, prugne e albicocche – quando sono asciutti, hanno una maggiore quantità di potassio).
  • Tutte le carni (rosso, pollo).
  • Pesce come salmone , merluzzo, sardine.
  • Germogli di soia
  • Cereali integrali , legumi
  • Verdure come broccoli, patate, fagioli.
  • Latte e prodotti lattiero-caseari .
  • Noci.

 Conseguenze del suo deficit

La carenza di potassio può comportare alterazioni come:

  • Debolezza muscolare
  • Tachicardie.
  • Basso livello di pressione sanguigna (ipotensione).
  • Sed.
  • Mancanza di appetito
  • Disturbi neuromuscolari
  • Vomito, disagio

Generalmente, la mancanza di questo minerale (ciò che è noto come ipokaliemia) è dovuta a una dieta povera, oa causa di un errato monitoraggio di diete severe. Per evitare questo, devi consumare una quantità varia ed equilibrata di cibo, sufficiente a coprire i bisogni.

 Tossicità del potassio

L’eccesso di potassio (chiamato iperkaliemia) può causare alterazioni cardiache e renali. Può essere dovuto a insufficienza renale, infezioni o assunzione di alcuni diuretici e farmaci specifici.

Selenio

 

Raccomandazioni giornaliere sul selenio:

50-70 μg / giorno negli adulti

Il selenio (Se) è un minerale traccia antiossidante, la funzione di condivisione con la vitamina E. Allo stato attuale, questi composti sono ampiamente studiati per la loro possibile relazione a malattie molto comuni: cardiovascolari, il cancro, etc.

Grazie alla sua capacità antiossidante, è considerato un elemento anti-invecchiamento cellulare.

D’altra parte, il selenio può potenziare l’azione dei farmaci anticoagulanti quindi è consigliabile monitorare questa combinazione.

 Funzioni di selenio

  • Ha una capacità antiossidante, motivo per cui è correlato a un ruolo protettivo di malattie come il cancro e altri problemi legati al danno cellulare.
  • Relativo alla vitamina E.
  • Può proteggere il corpo dopo una vaccinazione.
  • Sebbene siano necessari ulteriori studi per dimostrarlo, sembra che piccole quantità di selenio possano essere utili per migliorare la fertilità, specialmente negli uomini, poiché aumenta la produzione e la motilità dello sperma.

 Principali fonti alimentari di selenio

  • Carne (rossa) e pesce.
  • Verdure e alimenti vegetali.
  • Noci del Brasile o castagna amazzonica, pinoli.
  • Frutti di mare, uova, pollo e fegato, tonno in scatola.
  • Aglio, funghi
  • Grani, cereali integrali, lievito di birra, germe di grano, farina di frumento, pasta …

 Carenza di selenio

Il mancato raggiungimento delle quantità minime di selenio nel corpo può causare:

  • Alterazioni del sangue
  • Problemi muscolari
  • Anomalie pancreatiche

 Tossicità del selenio

  • Problemi digestivi
  • Cambiamenti nella pelle, capelli e unghie.

Sodio

Raccomandazioni giornaliere sul sodio:

500 mg / giorno negli adulti

Il sodio (Na) è una parte macromineral di sale da cucina o cloruro di sodio, con la formula chimica (NaCl). Come il potassio e il cloro, è un elettrolita e ha importanti funzioni nel regolare le concentrazioni di sostanze acquose. I nostri muscoli e nervi ne hanno bisogno per funzionare correttamente.

Con il sodio presente negli alimenti naturalmente, basterebbe coprire le raccomandazioni stabilite. In effetti, la maggior parte della popolazione prende più sale nella loro dieta di quanto dovrebbero. Quando i reni, responsabili dell’eliminazione, non possono farlo con un eccesso di questo minerale, può verificarsi l’ipertensione.

Come curiosità, notiamo che non tutte le persone con ipertensione sono sensibili al ritiro di sodio dalla dieta. D’altra parte, il sale comune contiene sodio, ma non è l’unico, ad esempio il glutammato monosodico o il nitrito di sodio.

 Funzione del sodio

  • Regolazione della pressione sanguigna e del volume del sangue.
  • Indispensabile per il corretto funzionamento di muscoli e nervi.
  • Fa parte delle ossa.
  • Partecipa all’equilibrio osmotico: concentrazione di sostanze all’interno e all’esterno delle cellule.
  • Aiuta nella permeabilità delle membrane.
  • Coinvolto nella contrazione muscolare.
  • Partecipa alla trasmissione nervosa.

 Fonti di sodio

Il modo per trovare il sodio è sotto forma di cloruro di sodio, meglio noto come sale da cucina. Le principali fonti di sodio sono:

  • Sale presente negli alimenti in modo naturale.
  • Vendite presenti in prodotti in scatola, surgelati, in scatola. Quasi tutti i cibi preparati hanno un alto contenuto di sodio.
  • Sale cotto o condimento

Quasi tutti gli alimenti contengono sodio naturalmente come:

  • Latte.
  • Barbabietole.
  • Sedano.
  • Acqua potabile
  • Carni trasformate come pancetta, prosciutto, ecc.
  • Zuppe e verdure confezionate.

 Carenza di sodio nella dieta

Sebbene sia più comune che i problemi con il sodio siano dati in eccesso, potrebbe esserci anche un deficit di questo minerale, che causa:

  • Debolezza, confusione mentale.
  • Crampi muscolari
  • Alterazioni circolatorie.

 Tossicità e raccomandazioni di sodio nella dieta

L’assunzione eccessiva di sodio può portare a ritenzione di liquidi . Questo è grave in quelle persone che soffrono di insufficienza cardiaca congestizia o nefropatia. Quindi dovrebbero andare dal medico per fare una dieta in base alla loro patologia.

Diversi studi hanno dimostrato che il consumo eccessivo di sale nella dieta aumenta la pressione del sangue in alcune persone e può soffrire di pressione alta . Per ridurlo, sarebbe conveniente ridurre la quantità di sale nei pasti.

Iodio

Raccomandazioni giornaliere sullo iodio:

100-200 mg / giorno negli adulti

L’iodio (I) è un importante minerale traccia, dal momento che è essenziale nella sintesi dell’ormone tiroideo essenziale nella regolazione corpo. Alterazioni nei loro livelli possono causare ipertiroidismo o ipotiroidismo che produce disturbi nel metabolismo basale.

Il pesce e frutti di mare sono praticamente le uniche fonti alimentari di iodio, così le persone allergiche a questi prodotti, dovrebbero prendere protocollo sale iodato con, al fine di evitare carenze.

Alcune verdure contengono sostanze goitrogeniche (che causano il gozzo o altre alterazioni della tiroide) che ostacolano l’azione dello iodio, specialmente se consumate crude. Sono, ad esempio, cavolfiore, cavolo, cavolo, cavoletti di Bruxelles e così via.

 Funzione dello iodio

  • Primordiale per la produzione di ormoni tiroidei.
  • Facilita la crescita.
  • Aiuta a bruciare il grasso in eccesso che il nostro corpo ha.
  • Migliora l’agilità mentale .
  • Coinvolto nei processi neuromuscolari.
  • Partecipa al funzionamento cellulare.

 Fonti di iodio

  • Pesce.
  • Frutti di mare.
  • Sale iodato
  • Alcune varietà di alghe
  • Latte e prodotti lattiero-caseari .
  • Frutti.
  • Verdure.

 Carenza di iodio

La mancanza di iodio può produrre diverse alterazioni nel nostro corpo come:

  • Gozzo: aumento della ghiandola tiroidea, localizzata nel collo, che causa squilibri negli ormoni tiroidei.
  • Cretinismo nei bambini (una carenza congenita che causa il ritardo fisico e mentale).

Per evitare queste patologie è necessario che la quantità di iodio ingerita sia adeguata nelle donne in gravidanza e nei bambini.

 Tossicità dello iodio

L’eccesso di iodio può causare hipertiriodismo: aumento della produzione di ormoni tiroidei di solito con un aumento del metabolismo generale della persona che causa la perdita di peso, nervosismo, problemi di cuore, e così via.