Congestione Nasale: Cos’è, Cause e rimedi

Congestione Nasale e Allergia

Una delle cose più scomode che ci possono capitare è di avere la sensazione di “naso chiuso”, non essere in grado di respirare correttamente. Questo fenomeno è particolarmente comune quando arriva l’inverno o la primavera, a causa di allergie. Si manifesta durante il giorno, ma è particolarmente fastidioso nelle ore di sonno perché produce russamento e continua sensazione di disagio in gola.

Dobbiamo fare attenzione a questa congestione se diventa cronica.

Cause e sintomi di congestione nasale

La congestione nasale si verifica quando la membrana che riveste il naso si infiamma, non a causa dell’accumulo di muco come si crede comunemente. Non è una malattia in sé, ma è un sintomo di un altro disturbo come il raffreddore, che di solito appare nei mesi dell’autunno e dell’inverno quando la temperatura diminuisce.

Può essere causato da un’influenza, un raffreddore o sinusite acuta e dura circa una settimana. La sensazione in quei giorni è di disagio, disagio ed eccesso di muco, ma non è grave perché quando guarisce, il naso si schiarisce.

Altre cause

La congestione nasale può anche essere causato da rinite allergica, sinusite cronica o problemi anatomici, come la formazione di polipi o setto deviato. Altri fattori sono l’inalazione di fumo di sigaretta, sostanze irritanti, ambienti chiusi o inquinamento ambientale.

Sintomi

I sintomi più comuni associati congestione nasale sono intasati orecchio o sensazione di sordità, mal di testa, stanchezza e russare di sonno.

Alcune raccomandazioni per evitare o alleviare la congestione nasale:

  • Evitare il consumo di prodotti caseari o di cioccolato, in quanto causano una maggiore produzione di muco.
  • Non andare in piscina, poiché l’acqua clorata irrita le mucose del naso e peggiora la condizione.
  • Non usare pomate al mentolo perché causano più irritazione.
  • Se soffri di forti mal di testa e congestione nasale allo stesso tempo, consulta il medico perché potresti avere sinusite.
  • Bere molti liquidi ogni giorno, acqua, succhi naturali o brodi sono sempre buone idee.
  • Segui una dieta ricca di vitamina C: arancia, limone, pomodoro, kiwi, spinaci, ecc.
  • Smetti di fumare o minimizza il tabacco
  • Dormi con un cuscino più alto o due
  • Evitare l’assunzione di farmaci, gocce o spray decongestionanti, perché si restringono i vasi sanguigni e il loro uso eccessivo causa più congestione
  • Utilizzare umidificatori nelle stanze o negli ambienti della casa o lavorare in modo che la mucosa nasale non si asciughi

Rimedi casalinghi per la congestione nasale

  • Sbuccia uno spicchio d’ aglio e masticalo. Prendilo con cura. Ripeti prima di dormire ogni giorno.
  • Versare un cucchiaio di sale marino in due tazze di acqua calda distillata. Applicare nelle narici con un contagocce, si respira molto meglio.
  • Consuma una zuppa molto calda, per idratare le mucose e il vapore per ridurre l’infiammazione
  • Versa un cucchiaino di foglie di malva in una tazza di acqua bollente, aggiungi qualche goccia di propoli. Coprire, filtrare e lasciare raffreddare per qualche istante. Bevi una tazza calda o tiepida.
  • Metti una manciata di semi di lino nelle braci e respira il fumo per alcuni minuti.

Fattori di rischio

Tabacco, inquinamento ambientale, sbalzi di temperatura, o irritanti inalati possono anche causare il naso chiuso. Inoltre, la maggior parte delle persone hanno il setto nasale più o meno deviato, che favorisce lo sviluppo di infezioni respiratorie, ed è anche una causa comune di ostruzione nasale.

Quando si parla di congestione nasale?

Quando il naso è tappato, è necessario respirare attraverso la bocca, il che facilita l’ingresso di germi patogeni, quindi le persone con questo problema possono soffrire di raffreddore o influenza più spesso. Inoltre, l’imballaggio nasale rende difficile riposare perché, incapace di respirare normalmente attraverso il naso, la persona colpita è costretta ad aprire la bocca mentre dorme, il che produce secchezza nella mucosa orale e può indurlo a svegliare la tosse.

Potrebbe interessarti:  AIDS: Cause, Sintomi, Conseguenze e Possibili Rimedi

A volte tutto l’accumulo mucoso viene eliminato sotto forma di muco liquido in modo costante; Questo abbondante secrezione nasale è noto come rinorrea e può causare tosse o mal di gola.

La congestione nasale non è una malattia in sé, ma il sintomo di altre malattie che devono essere diagnosticate e valutate per indicare il trattamento più appropriato. Nella stragrande maggioranza dei casi, è dovuto a un problema banale che viene risolto in un breve periodo di tempo, anche senza trattamento.

Cause della congestione nasale

Le cause della congestione nasale sono solitamente banali, ma dobbiamo considerare di essere consapevoli che l’accumulo di muco si verifica in una o entrambe le narici per trattarlo in modo più efficace.

Principali cause di congestione nasale:

  • La deviazione del setto nasale, essendo la causa più frequente nei pazienti adulti. Come precedentemente affermato, fino all’80% delle persone ha una patologia del setto nasale.
  • Sinusite . L’infiammazione e l’infezione dei seni paranasali possono essere causa di congestione acuta e cronica a seconda del tipo di sinusite. A volte anche la congestione ripetuta può portare a sinusite stabilendo un circolo vizioso.
  • Poliposi nasale Anche se non è molto frequente, ci sono polipi che possono ostacolare il corretto drenaggio del muco e predisporre a un’infiammazione della mucosa e processi respiratori cronici. Quindi, c’è una sindrome che raggruppa la poliposi nasale con asma e intolleranza all’aspirina.
  • Corpi estranei . Particolarmente visto nei bambini che manipolano giocattoli incustoditi o altre particelle introducendone alcuni nella narice e generando congestione e rinorrea.

Congestione Bilaterale

Per quanto riguarda le cause della congestione bilaterale, menzioneremo la rinite come la causa principale, più solitamente infettiva (batterica o virale), ma anche la rinite allergica.

Nei bambini, l’ipertrofia delle tonsille e delle adenoidi può produrre immagini ripetute di questo disturbo. È anche importante evidenziare la rinite vasomotoria come una risposta esagerata della mucosa a fenomeni esterni e la rinite dovuta alla nicotina e alla cocaina .

Sintomi della congestione nasale

Anche se la congestione nasale per sé è un sintomo e non una malattia, ci sono una serie di manifestazioni cliniche da ricordare.

La rinorrea o l’eliminazione di muco è una manifestazione abbastanza ricorrente nei sintomi. Solitamente si verifica con piccoli sanguinamenti che di solito non rappresentano alcun problema allarmante, in quanto sono il risultato della rottura di uno dei capillari dilatati.

Complicazioni

Quando invece la congestione nasale si protrae nel tempo, può interferire con le normali funzioni respiratorie, soprattutto in posizione supina. In questa situazione può essere accompagnato da russare e improvvisi risvegli. Il fatto di avere un’ostruzione nasale richiede la respirazione con la bocca aperta che genera secchezza di questa mucosa e l’ alitosi . Interferisce anche con l’udito ed è associato ad un cambio di voce ( voce nasale ).

Quando le cause sono infettive, ci possono essere febbre, dolori muscolari e mal di testa, mentre in caso di congestione nasale allergica devono essere corredate di prurito agli occhi, rossore e starnuti multipla.

Quando consultare il medico durante la congestione nasale

Sebbene nella maggior parte delle situazioni la congestione, il tamponamento o l’ostruzione nasale non comportino alcuna malattia grave, dobbiamo affrontare alcune circostanze che dovrebbero essere valutate dal medico.

Sintomi da non sottovalutare:

  • Una durata anomala. Cioè, i processi di più di sette giorni non sono di solito raffreddori comuni e, pertanto, dovrebbero essere valutati.
  • Drenaggio di muco purulento o maleodorante. Questo fatto può significare che esiste una collezione in uno dei seni paranasali (sinusite).
  • Presenza di linfonodi ingrossati anormalmente nel collo.
  • L’epistassi . L’emissione di sangue attraverso il naso può accompagnare la rinorrea o l’espulsione ripetuta di muco, ma quando si verifica in maggiore quantità deve essere valutata dal medico.
  • Ostruzione sospetta a causa di un corpo estraneo. Nel caso di neonati o bambini piccoli, quando l’ostruzione è unilaterale e si sospetta che sia stato in grado di introdurre un corpo estraneo, dovrebbe essere esplorato da un medico. L’estrazione degli stessi da parte dei genitori non è raccomandata, dal momento che può essere introdotta in piani più profondi.

Diagnosi della congestione nasale

Poiché la congestione nasale di solito non comporta alcun problema rilevante e può anche essere un disturbo transitorio che si risolve senza trattamento, la diagnosi non è clinicamente importante. Solo in alcuni casi, come quelli descritti in precedenza o quando l’ ostruzione nasale colpisce un bambino e interferisce con il sonno e l’alimentazione, o un bambino piccolo che non riesce a soffiarsi il naso e chi non dovrebbe ricevere farmaci, il medico sarà consultato, e cioè quando è possibile eseguire alcuni test per stabilire le cause .

Così, quando è accompagnata da febbre o linfoadenopatia si consiglia di esplorare le orecchie e gola per vedere le tonsille o identificare alcuni tipi di otite che possono verificarsi insieme.

Congestione unilaterale

In caso di congestione nasale unilaterale, l’ispezione da parte del medico o audiologo dovrebbe essere diretto nella ricerca di polipi o corpi estranei nel naso, che devono essere rimossi con cura, e non da persone inesperte come i genitori.

Potrebbe interessarti:  Blancorexia: l'ossessione per i denti bianchi

Sinusite

Quando il sospetto è sinusite, l’esplorazione e alcuni raggi X dei seni paranasali negli adulti possono definitivamente stabilire la diagnosi di congestione nasale.

Altri casi

In casi secondari fenomeni allergici i sintomi manifestati dal paziente e il contesto in cui l’imballaggio del congestione, ostruzione, o nasale (come la stagione, o l’esposizione ad allergeni o irritanti) si verifica, sono sufficienti ad avviare un trattamento

Congestione nasale nei bambini

Nei bambini più grandi, adolescenti e adulti, congestione nasale è un fastidio, senza conseguenze di rilievo, anche se si può influenzare la qualità del sonno e provocare per il russare e la gola secca, come la persona che dorme ha bisogno di aprire la bocca per respirare.

Nei bambini, tuttavia, l’ostruzione nasale può interferire con lo sviluppo dell’udito e del linguaggio e l’eccesso di muco può ostruire la truppa di Eustachio e causare mal d’orecchi e infezioni. Inoltre, è necessaria una buona funzione respiratoria affinché il bambino si nutra e dorma correttamente. Pertanto, è importante identificare i segni che indicano che il bambino ha un naso bloccato e consultare il medico per determinare le cause e indicare il trattamento più appropriato.

Sintomi e conseguenze della congestione nasale nei bambini

Nei neonati e nei bambini piccoli, la congestione nasale può causare sintomi quali:

  • Difficoltà a respirare
  • Sonnolenza e problemi per riconciliare o mantenere il sonno.
  • Infezioni ripetute nel tratto respiratorio superiore
  • Lacrimazione eccessiva
  • Mal di gola
  • Disagio alle orecchie.

Per questi bambini, che non sanno soffiarsi il naso da soli, è consigliabile utilizzare prodotti naturali, come soluzioni saline , per umidificare e pulire le narici e incoraggiare l’espulsione delle secrezioni. Il muco può anche essere rimosso con cura con una pera di gomma speciale per i bambini.

Consigli utili

In generale, è bene mettere un umidificatore nella stanza del bambino (che può contribuire ad alleviare l’infiammazione e muco chiaro), e tenerlo a testa in giù di tanto in tanto per facilitare il drenaggio del muco, anche se si dovrebbe sempre prima consultare il pediatra.

Trattamento della Congestione Nasale

È importante determinare la causa della congestione nasale per il trattamento della condizione a cui è associata. Nel caso in cui si sia verificato a causa di influenza, il trattamento con farmaci anti-influenzali che il medico prescriverà aiuterà il muco a fluire all’estero, alleviando l’ostruzione. Viceversa, se il tamponamento è dovuto a una reazione allergica, gli antistaminici possono alleviare i sintomi.

Farmaci Decongestionanti

Ci sono anche farmaci appositamente indicati per decongestionare il naso, che agiscono restringendo i vasi sanguigni situati nel rivestimento interno del naso. Questi farmaci alleviano il tamponamento, sebbene non influenzino altri sintomi come la rinorrea (eccesso di muco). Tuttavia, non è consigliabile utilizzarli per più di tre giorni consecutivi perché altrimenti potrebbe verificarsi un “effetto rebound” che peggiorerebbe la congestione. In questo gruppo ci sono agenti farmacologici multipli come ossimetazolina, antistaminici intranasali e corticosteroidi . Alcuni dispositivi hanno due farmaci che ne migliorano l’effetto. La tua amministrazione dovrebbe essere fatta al mattino e prima di andare a dormire. Non sono raccomandati per un periodo prolungato.

Rimedi naturali

La congestione nasale può anche essere alleviata con altri prodotti che non interferiscono con l’azione di altri farmaci usati per trattare i sintomi.

Ad esempio, si possono usare soluzioni saline di acqua di mare , che si sono dimostrate efficaci nell’alleviare il naso e, inoltre, non presentano controindicazioni o effetti collaterali, quindi possono essere somministrate a donne in stato di gravidanza e persino ai bambini.

Le soluzioni saline di acqua di mare, che sono normalmente commercializzate come spray, servono ad inumidire e pulire la mucosa nasale, ridurre l’infiammazione, alleviare secchezza e bruciore e facilitare l’espulsione delle secrezioni nasali, che consente il paziente respira normalmente.

Corpi estranei

In questi casi l’estrazione deve essere effettuata da un medico, preferibilmente l’otorinolaringoiatra o il pediatra, per evitare complicazioni maggiori. Nel caso della poliposi nasale, deve essere considerata la sua estirpazione da parte dell’otorinolaringoiatra.

Suggerimenti per prevenire e alleviare la congestione nasale

Altre misure che puoi prendere per respirare meglio sono:

  • Quando dormi, mantieni una posizione che ti permetta di mantenere la testa leggermente sollevata (con l’aiuto di cuscini, per esempio).
  • Anticipare la congestione allergica nelle stazioni dell’anno in cui sai che inizia la fioritura degli agenti della tua allergia . Utilizzare una maschera se necessario quando si cammina per strada e applicare in anticipo decongestionanti e antistaminici.
  • Bevi molti liquidi per rimanere idratato.
  • Ridurre la secchezza dell’ambiente (soprattutto in camera da letto) con l’aiuto di un umidificatore.
  • Respirate i fumi di eucalipto , specialmente prima di andare a dormire.
  • Non fumare o stare in ambienti con fumo.
  • Evitare il contatto con sostanze che possono causare irritazione nasale (peli di animali domestici, polvere, prodotti con odori forti …).
  • Lavati spesso le mani .

Avvertenze sull’utilizzo di antistaminici

Il consumo di antistaminici, farmaci più frequentemente utilizzati per il trattamento di allergia per alleviare i loro sintomi, può aumentare il rischio di infertilità negli uomini.

Cos’è l’istamina?

L’istamina è una molecola prodotta dal corpo quando il sistema immunitario rileva una minaccia esterna.

Tuttavia, l’istamina viene coinvolta anche in altri processi (oltre 23 funzioni fisiologiche), e il consumo di antistaminici (che di solito sono erogati senza una prescrizione) è stato associato con effetti collaterali sul sonno-veglia, funzione sessuale e fertilità.

Prove scientifiche indicano che l’istamina ha effetti sui diversi tipi di cellule dei testicoli

Le prove scientifiche indicano che l’istamina ha effetti sui diversi tipi di cellule del testicolo. La nuova ricerca analizza gli studi negli ultimi 40 anni in linee cellulari, modelli animali e casi clinici ospedalieri per verificare i potenziali effetti collaterali di antistaminici sulla normale funzione testicolare.

Istamina, chiave nella regolazione della funzione riproduttiva

Diversi studi hanno spiegato che l’istamina svolge un ruolo chiave nella regolazione della funzione riproduttiva maschile. Le case farmaceutiche degli antistaminici dovrebbero valutare l’impatto dei loro prodotti sulla salute riproduttiva e sessuale della persona.