Cavitazione: Addio al grasso localizzato

Cavitazione

I progressi tecnologici in medicina estetica hanno trasformato la cavitazione in un metodo alternativo per tutte quelle persone che vogliono eliminare il grasso localizzato senza passare attraverso la sala operatoria.

Cos’è la cavitazione

La cavitazione nel campo della cosmetica consiste nell’applicare ultrasuoni a bassa frequenza attraverso la cute con macchine speciali. Quando penetrano attraverso la pelle, gli ultrasuoni generano microbolle all’interno delle cellule adipose conosciute come adipociti o cellule adipose. Quando queste microbolle implodono, rompono le cellule di grasso in modo tale che il tessuto adiposo viene rotto per renderlo liquido e per essere eliminato attraverso l’urina o il sistema linfatico.

La cavitazione è un nuovo e sempre più popolare sistema per sbarazzarsi di grasso localizzato che non può essere eliminato con trattamenti a base di dieta o esercizio fisico. Essa viene anche applicata per combattere la cellulite temuta e diminuire il volume.

Al momento, ci sono macchine molto precise che usano frequenze molto basse – le prime macchine erano più frequenti – e che sono quindi molto selettive quando si tratta di eliminare solo il grasso in eccesso rispettando i tessuti circostanti.

Per chi è indicata la cavitazione

Va tenuto presente che la cavitazione serve a trattare solo alcune zone di conflitto localizzate, poiché non è efficace nelle persone che vogliono perdere peso in generale o che sono obese . Per essere in grado di seguire qualsiasi trattamento con la cavitazione, è sempre consigliabile, in caso di eccesso di peso, perdere peso prima. Quindi, in questi casi, la cavitazione può essere applicata in aree dove ci sono accumuli di grasso difficili da eliminare con metodi convenzionali, come cinghie a cartuccia o maniglie dell’amore nell’addome.

In breve, la cavitazione non è un metodo per perdere peso, ma piuttosto per modellare il corpo riducendo lo spessore del grasso e riducendo i contorni.

Controindicazioni della Cavitazione

Sebbene attualmente la cavitazione estetica sia diventata un trattamento abbastanza comune, non è esente da controindicazioni:

  • Non è indicato per le persone che hanno gravi malattie autoimmuni, quando il sistema immunitario attacca il corpo invece di proteggerlo.
  • Quando ci sono patologie uditive, perché la cavitazione genera un tipo di ronzio o di bip tagliente che può essere particolarmente fastidioso per questi pazienti.
  • In caso di malattie cardiache o epilessie.
  • Quando si è affetti da epatite o patologie renali , poiché in questi casi possono esserci problemi per eliminare il grasso liquefatto dopo la cavitazione.
  • Quando il paziente utilizza un pacemaker o un altro tipo di dispositivo elettronico.
  • Nei casi di colesterolo alto, perché nei giorni in cui il grasso viene eliminato, i livelli di colesterolo possono aumentare .
  • Nelle donne in gravidanza e in allattamento.
  • Quando ci sono feriti nell’area da trattare.
Potrebbe interessarti:  Cirrosi: Cos'è, Cause e trattamenti

Nella maggior parte dei casi, per accedere trattamento cavitazione è necessario firmare un modulo di consenso in cui il paziente sostiene di essere stato informato di ciascuna delle controindicazioni che esistono in trattamento.

Cavitazione, vietata in Francia

La cavitazione è stata vietata in Francia nel 2011 insieme ad altre tecniche note come “lisi degli adipociti” a fini estetici. La lisi degli adipociti è quella tecnica che fa diventare il grasso liquido ma senza essere estratto fisicamente, come ad esempio in una sala operatoria. Questo è il caso della cavitazione. Secondo alcuni specialisti, questo grasso disfatto sarebbe difficile da eliminare e metterebbe a rischio la salute del paziente. Tuttavia, altri esperti vedono solo in questa proibizione una lotta di interessi tra le competenze della chirurgia estetica e i centri estetici stessi.

Come si svolge una sessione di cavitazione

Il trattamento della cavitazione consiste nel far passare una macchina nell’area del corpo da trattare. Non è necessario inserire alcuna maglia, ma applicare solo un gel chiamato “driver” che è responsabile della trasmissione degli ultrasuoni attraverso la pelle. La macchina è costituita da un rullo applicato nell’area prescelta e sul gel conduttivo.

Si consiglia di bere prima e dopo ogni sessione tra un litro e mezzo e due litri di acqua per aiutare il corpo a eliminare il grasso attraverso l’urina. Si consiglia inoltre di assumere una dieta bilanciata a basso contenuto di grassi.

Ogni sessione di cavitazione dura dai 40 ai 35 minuti a seconda del centro. Le sedute non sono dolorose e nelle orecchie si sente solo un bip tagliente o un ronzio, che all’inizio può essere fastidioso per alcune persone, ma subito dopo aver iniziato il trattamento può essere impercettibile.

prezzi della cavitazione variano da un centro all’altro a seconda del macchinario utilizzato. Oggigiorno, a causa della sua crescente popolarità, le sessioni stanno diventando più economiche per incoraggiare il cliente a essere più costante nel trattamento.

Raccomandazioni da tenere a mente con la cavitazione:

  • I risultati non dipenderanno solo dall’abilità dello specialista nell’applicare il trattamento, ma dalla costanza e dalla serietà del paziente nel seguirlo. Non ci sarà un risultato positivo se una sessione si svolge ogni due settimane e non si presta attenzione alla somministrazione.
  • Si consiglia di sottoporsi a 10 a 12 sessioni per ottenere risultati. Ci dovrebbe essere almeno 72 ore di differenza tra sessione e sessione, che è il tempo che solitamente impiega il corpo per eliminare il grasso estratto.
  • Le sessioni di cavitazione devono essere eseguite da estetiste appositamente addestrate per applicare il trattamento e formulare le raccomandazioni pertinenti.
Potrebbe interessarti:  Fosfatasi alcalina elevata: Cause e soluzioni

Cavitazione e Pressoterapia

È molto importante che dopo una sessione di cavitazione una sessione di  pressoterapia accompagnata, se possibile, dall’esercizio fisico, al fine di aiutare il corpo, attraverso la  sudorazione  principalmente, ad eliminare il  grasso  che è stato liquefatto attraverso la cavitazione. Se non fosse eliminato potrebbe essere dannoso per il corpo e, per dare un esempio, potrebbe avere conseguenze come un aumento del  colesterolo .

La pressoterapia è una macchina che consiste in un  tipo  di tuta che copre le gambe e l’addome e, a volte, le braccia. La tuta ha un sistema di compressione esercita un ascendente, alternando pressione oscillatoria e agisce come un massaggio che migliora il flusso sanguigno e aiuta il sistema linfatico per espellere grasso che è stato estratto dalla cavitazione. Ogni sessione di pressoterapia dura circa 30 minuti e il suo prezzo è di circa 20 euro a sessione.

Pertanto, è altamente raccomandato praticare qualsiasi sport nello stesso giorno o nei giorni successivi al trattamento in modo che i risultati siano ottimali.

La pressoterapia è indicata per stimolare la circolazione, ridurre la cellulite , anche per evitare edema e gambe gonfie . Grazie ai loro movimenti evitano la ritenzione di liquidi e migliorano la sensazione di gambe stanche. In molti casi, dopo un intervento di liposuzione , questa pratica può essere utilizzata per ottenere una nuova adesione dei tessuti, contribuendo nel contempo a eliminare l’edema.