Cancro del Colon: Cause, Sintomi, Prevenzione e Cura

Cancro del Colon

Il cancro del colon ha un’alta incidenza nei paesi sviluppati e provoca molti decessi. Tuttavia, un semplice test, il test del sangue occulto nelle feci, potrebbe salvare migliaia di vite ogni anno.

Cos’è il Cancro del Colon

Il cancro del colon è uno dei tumori più comune dell’apparato digerente. È, nel complesso, il primo tumore maligno nell’incidenza e il secondo nella mortalità in Spagna. La maggior parte di questi tumori si trova nel colon discendente, nel sigma e nel retto. Il colon (che consiste di quattro parti – ascendente, discendente, trasversale e sigmoideo -) insieme al retto e al cieco formano l’intestino crasso.

Incidenza del Cancro al Colon

Sebbene le neoplasie maligne del polmone e del seno siano quelle che si verificano più frequentemente nei sessi maschili e femminili, rispettivamente, il cancro del colon e del retto è la neoplasia che più spesso colpisce entrambi i sessi, essendo una delle principali cause di morte per cancro nei paesi occidentali.

Il cancro del colon e del retto si verifica soprattutto dopo i 50 anni ed è più comune nei maschi. Si sviluppa quasi sempre su una lesione benigna iniziale chiamata polipo , che prende anni per crescere e che solo il 5-10% dei casi è un melanoma maligno .

A seconda delle caratteristiche microscopiche del tumore, diversi tipi di cancro possono essere differenziati a questo livello, ma nel 95% dei casi si tratta di adenocarcinomi , quindi questa varietà sarà riferita a tutte le volte.

Nel nostro paese è la seconda causa di morte per cancro, con circa 14.500 morti all’anno. Nonostante tutto, è uno dei tumori più facili da diagnosticare e, se fatto precocemente, ha un alto tasso di guarigione.

 

Cause e fattori di rischio del cancro al colon

Sia i fattori di rischio genetici che i fattori ambientali possono essere coinvolti nello sviluppo del cancro del colon . Vediamo alcune delle cause del cancro al colon:

Alimentazione

Gli esperti ritengono che una dieta ricca di grassi saturi promuova la comparsa del cancro del colon. C’è anche un aumentato rischio di sviluppare la malattia quando l’individuo è obeso o mantiene un apporto calorico elevato. Al contrario, gli integratori di calcio e l’aspirina possono ridurre questo rischio. Tuttavia, sono stati condotti studi in cui non è stato possibile dimostrare che l’assunzione di fibre riduce il rischio.

Età

Di solito il cancro del colon appare oltre 50 anni , anche se c’è un aumentato rischio di svilupparlo dopo 40 anni e la maggior parte dei pazienti ha circa 75 anni.

Polipi

Esiste una relazione importante tra il cancro al colon e la presenza di polipi adenomatosi . Un polipo è una sporgenza che appare sulla superficie della mucosa intestinale. Esistono diversi tipi, ma solo quelli adenomatosi sono chiaramente prematrimoniali; inoltre, solo una minoranza di questi diventa cancro, così che i tumori dovuti alla trasformazione di un polipo rappresentano l’1% di tutti i tumori.

Malattie associate

Il fatto di avere una malattia infiammatoria intestinale ( morbo di Crohn o colite ulcerosa ) è un aumento del rischio di sviluppare il cancro del colon, soprattutto nel caso di colite ulcerosa. Ci sono altre situazioni che costituiscono anche un aumento del rischio di questa malattia, come aver sofferto di cancro al seno e ai genitali o di avere adenomi del colon.

È anche un rischio elevato avere membri della famiglia che hanno avuto una sindrome ereditaria del cancro del colon o della poliposi.

Fattori genetici

Diverse alterazioni genetiche legate allo sviluppo del cancro del colon sono state tipizzate , in particolare i geni alterati nella poliposi familiare e nel cancro del colon ereditario.

Il 90% dei tumori del colon si presenta sporadicamente, mentre il 5-10% corrisponde al cancro ereditario non associato alla poliposi.

I sintomi del cancro del colon

La presentazione clinica e i sintomi del cancro del colon variano a seconda della posizione del tumore.

  • Nei tumori del colon sinistro  sintomi in genere si manifestano nella forma di sangue nelle feci , cambiamento delle abitudini intestinali ( stipsi o diarrea ), e la sensazione di evacuazione incompleta dopo la deposizione, tra gli altri sintomi.
  • Nei tumori del colon trasverso i  loro sintomi di solito si manifestano producendo sintomi dolorosi e ostruttivi. Sebbene sia più frequente in questa sede, la crescita del tumore può occludere il lume intestinale e originare un quadro acuto dell’ostruzione intestinale che causa un dolore di tipo colico, distensione addominale e vomito.
  • I tumori del colon destro sono spesso causa di sanguinamento occulto (non può essere visto con l’ occhio nudo), causando l’anemia cronica a causa della perdita di sangue, che è quello che porterà ai sintomi (affaticamento, pallore, etc.).
Potrebbe interessarti:  Fosfatasi alcalina elevata: Cause e soluzioni

Una rara complicanza del cancro del colon, ma molto grave, è la perforazione intestinale. Se si verifica può portare a peritonite che deve essere trattata con urgenza.

Oltre a questi sintomi locali, il cancro del colon può anche portare a sintomi generali come affaticamento, perdita di appetito e peso, febbre tumorale e così via.

Diagnosi del Cancro del Colon

Diagnosticare il cancro al colon in stadio iniziale può salvare la vita, in quanto si stima che questo tumore è curata in nove su dieci rilevato all’inizio. Questi sono i metodi usati per diagnosticare il cancro del colon-retto:

Diagnosi del cancro del colon mediante esame obiettivo

Il medico osserva il pallore che il paziente presenta a causa dell’anemia cronica. Può anche rilevare le masse addominali, i linfonodi ingrossati e altre manifestazioni fisiche apprezzabili esaminando il paziente. È molto importante praticare un esame rettale digitale per escludere la posizione del tumore nel retto e studiare il contenuto e il colore fecale e rilevare il sanguinamento nelle feci se esiste.

Diagnosi del cancro del colon attraverso test di imaging

Il metodo diagnostico migliore che deve essere sempre utilizzato quando si sospetta il cancro del colon è la colonscopia . Con questo test è possibile osservare l’interno del tubo digerente ed estrarre campioni delle lesioni sospette e quindi analizzarle.

Nel caso di lesioni che ostruiscono il lume intestinale e non consentono il passaggio dell’endoscopio, è necessario eseguire un clistere opaco per poter vedere la silhouette del colon attraverso le radiografie.

Una volta confermata la presenza del tumore del colon, è necessario eseguire una serie di test per determinare l’entità della malattia. Questi test includono necessariamente una radiografia del torace per escludere le metastasi polmonari e un’ecografia o una TCaddominale per escludere metastasi epatiche.

Fasi del cancro al colon

A seconda dell’entità del tumore nella parete del colon, possiamo classificare il cancro in diversi stadi (classificazione di Astler-Coller) che sono importanti per stabilire il trattamento appropriato e anche in vista della prognosi.

  • Primo Stadio (A): il tumore colpisce solo la mucosa del colon.
  • Secondo Stadio: i linfonodi non sono influenzati (a seconda dell’estensione nel muro distinguiamo in questa fase: B1, B2 e B3).
  • Terzo Stadio: i linfonodi sono interessati (può anche essere distinto in questa fase: C1, C2 e C3).
  • Ultimo Stadio: Presenza di Metastasi.

Antigene carcinoembrionico (CEA)

È una proteina che viene rilevata nel sangue in questi pazienti, ma non è specifica per il cancro del colon, cioè può comparire in altri processi benigni, quindi non è utile per diagnosticare la malattia, ma è utile per il paziente. follow-up dei pazienti operati, ed è necessario determinare il loro valore prima dell’intervento per poterli confrontare in seguito.

Diagnosi precoce del cancro del colon

Attualmente è raccomandato eseguire il test del sangue occulto nelle feci ogni anno dopo i 50 anni di età. Nei pazienti con una storia familiare di tumore del colon o con patologie associate ad esso, le revisioni dovrebbero essere iniziate prima e includere l’endoscopia sin dall’inizio.

Attualmente è raccomandato eseguire il test del sangue occulto nelle feci ogni anno dopo 50 anni al fine di rilevare il tumore del colon precoce

Questo test immunologico è un test di laboratorio sicuro e molto semplice, non richiede alcun tipo di preparazione precedente da parte del paziente (non è necessario seguire una dieta) ed è molto facile da raccogliere.

Se i risultati dell’analisi sono negativi, dovrebbe essere ripetuto ogni 1-2 anni e se sono positivi, deve essere eseguita una colonscopia completa  per confermare la diagnosi. In altre situazioni, potrebbe essere necessario eseguire inizialmente una colonscopia ottica o integrare lo studio con una colonscopia virtuale.

Il suo costo medio è molto economico, circa due euro, soprattutto in relazione alla sua efficacia preventiva, dal momento che riescono a ridurre la mortalità di un terzo dal cancro del colon. Secondo i dati del 2013, il costo medio del trattamento del cancro del colon-retto in Spagna ha superato i 27.000 euro, senza contare le nuove terapie biologiche ei trattamenti neoadiuvanti che possono richiedere i pazienti con tumori più avanzati.

Trattamento del Cancro al Colon

Ci sono diverse possibilità per affrontare il trattamento del cancro del colon-retto , che sarà deciso insieme allo specialista oncologico a seconda del paziente, la posizione del tumore o la fase in cui si trova per ottenere i più alti tassi di successo e facilitare il recupero del paziente:

Chirurgia

Il trattamento di scelta nel cancro del colon è un intervento chirurgico. Il tipo di resezione dipenderà dalla posizione del tumore, in modo che in alcuni casi l’area della neoplasia possa essere rimossa semplicemente, e in altri sarà necessario rimuovere i segmenti più grandi che includono un colon sano.

Potrebbe interessarti:  Cellulite: cause e rimedi naturali

Ci sono momenti in cui il tumore non può essere asportato, quindi la protesi deve essere posizionata all’interno del lume intestinale per consentire il passaggio a quel livello e alleviare i sintomi, oppure eseguire un’operazione palliativa per prevenire l’ostruzione intestinale.

Nel caso in cui vi siano metastasi in altri organi, verrà eseguita la chirurgia nel colon e verrà anche studiata la possibilità di rimuovere queste metastasi, a seconda della loro posizione e dimensione e delle condizioni generali del paziente.

Radioterapia

È usato nel cancro del retto. Può essere usato prima dell’intervento chirurgico in caso di tumori di grandi dimensioni per ridurne le dimensioni, e anche dopo l’intervento chirurgico, dallo stadio B2, per ridurre il rischio di recidiva del cancro. Vedi di più sulla radioterapia

Chemioterapia

Può essere usato come trattamento nel cancro del colon e del retto dallo stadio B2 dopo l’intervento chirurgico per aumentare la sopravvivenza. Nel caso della malattia disseminata (stadio D) può anche essere usato come chemioterapia palliativa. Vedi di più sulla chemioterapia

Follow-up postoperatorio del cancro del colon

Dopo il trattamento, la mortalità dovuta a questo tumore è dovuta alla comparsa di recidive locali o lontane, per le quali è necessario eseguire un follow-up successivo per rilevare precocemente queste possibili evoluzioni.

Attualmente non ci sono linee guida precise su come eseguire questo monitoraggio, ma esiste una serie di test che non possono essere persi, come ad esempio:

Colonscopia : è il metodo migliore per la diagnosi di recidiva locale o tumore metacrono (nuovo tumore nel colon che si verifica in una posizione diversa da quella in cui si trovava la neoplasia iniziale). Una colonscopia deve essere eseguita un anno dopo l’intervento chirurgico e, successivamente, ogni 2-3 anni. Se non viene trovato nessun tumore, uno può essere eseguito ogni 5 anni.

Misurazione dell’antigene carcinoembrionico: dovrebbe ritornare ai valori normali dopo la resezione del tumore e si raccomanda di misurarlo ogni 3 mesi. L’elevazione del CEA è un ottimo marker di recidiva del tumore e in molti casi i primi dati che appaiono, quindi se viene rilevato un CEA elevato, si raccomanda di eseguire test per localizzare la recidiva (radiografia del torace, TC addominale , esame osseo . ..).

Prognosi del Cancro al Colon

La prognosi del cancro del colon dipende dall’estensione del tumore nella parete del colon, dall’esistenza o meno dei linfonodi affetti e dalla presenza o assenza di metastasi.

Ci sono una serie di fattori che determinano una prognosi peggiore:

  • Elevazione CEA preoperatoria superiore a 5 ng / ml.
  • Esistenza di invasione venosa.
  • Questo è presentato come un’ostruzione.
  • C’è perforazione del muro del colon.
  • Alcune alterazioni genetiche nelle cellule tumorali.

La sopravvivenza globale dei pazienti con tumore del colon cinque anni dopo la resezione chirurgica radicale è intorno al 40-50%, ma questa percentuale è distribuita in modo diverso in relazione alle diverse fasi, in modo che nella fase A La sopravvivenza a 5 anni raggiunge il 75%, mentre nella fase D non supera l’1%.

Prevenzione del Cancro al colon

Nonostante sia il cancro con il più alto tasso di mortalità nel nostro paese, paradossalmente, è uno dei più curabili, e uno di quelli con la prognosi migliore se viene rilevato precocemente. La sopravvivenza media attuale in Italia è di circa il 50% a cinque anni dalla diagnosi. Tuttavia, se rilevato precocemente, si stima che il cancro del colon-retto possa essere curato nel 90% dei casi.

Avere sane abitudini è essenziale per prevenire il rischio di soffrire di cancro, anche questo. In questo senso, è utile sapere quale di questi semplici cambiamenti è possibile iniziare da oggi:

Dieta equilibrata

  • La dieta mediterranea è il paradigma della dieta sana, seguila.
  • Gli alimenti ricchi di fibre ( cereali integrali , legumi, farine integrali , noci, verdure …) fanno bene al tuo corpo, prendilo spesso.
  • Includere alimenti ricchi di acido folico , come verdure a foglia verde, legumi, noci, avocado, nonché prodotti lattiero-caseari e vitamina D.
  • Cerca di rispettare le raccomandazioni degli esperti e prendi cinque porzioni di frutta o verdura al giorno.
  • Guarda sempre le etichette dei prodotti che consumi, mantienili secondo le istruzioni dei produttori e consumali prima che si rompano.
  • La carne rossa e l’ assunzione di grassi in generale aumenta il rischio di cancro
  • Riduce l’assunzione di dolci e alimenti ricchi di zuccheri .
  • L’alcol è uno dei fattori di rischio più evidenti, disattivarlo. 10 grammi di alcol al giorno aumentano il rischio di cancro del colon-retto del 7% .

Abolizione del Fumo

  • Il tabacco è una causa diretta e indiretta di un gran numero di cancri. Non giocarci, spegni il sigaro.

Fare Regolare esercizio fisico

  • Un minimo di 30 minuti al giorno o almeno 3 o 4 giorni alla settimana andare a correre, nuotare o camminare ad un buon ritmo. Qualsiasi sport è buono per tenersi in forma e tenere a bada il cancro.

Evitare lo stile di vita sedentario

  • L’ obesità e il sovrappeso sono fattori di rischio per molte malattie, compreso il cancro.
  • Cerca di rimanere attivo e di controllare il tuo peso in base alle tue caratteristiche fisiche. Inoltre, ti sentirai meglio evitando uno stile di vita sedentario .

Prevenzione secondaria del cancro del colon

Dall’età di 50 anni fino agli anni ’90 si consiglia di eseguire periodiche strategie di screening per rilevare il possibile tumore del colon-retto e agire in tempo. Non aspettare di presentare sintomi evidenti per andare a parlare con il tuo medico di questo argomento, soprattutto se hai una storia familiare che ha attraversato questo tipo di cancro (uno su quattro casi di tumore del colon ha una componente familiare o ereditaria). Dall’Alliance for the Prevention of Colon Cancer consiglia i seguenti test diagnostici:

  • L’ analisi del rilevamento del sangue occulto fecale ogni uno o due anni. Questo semplice test può ridurre la mortalità dal cancro del colon dal 30% al 35%, risparmiando circa 3.600 vite all’anno.
  • La sigmoidoscopia ogni cinque anni.
  • La colonscopia ogni dieci anni.